Lazio, vedi De Vrij e poi…Funes Mori

Lazio, vedi De Vrij e poi…Funes Mori

Tare deve lavorare per sistemare il vuoto che lascerà De Vrij. E per questo potrebbe tornare su una vecchia fiamma, Ramiro Funes Mori, centrale dell’Everton.

di Mattia Deidda

Battuta la Dynamo Kiev per 2-0, la Lazio ha ottenuto il pass per i quarti di finale di Europa League. Protagonista di giornata De Vrij, che ha dimostrato, per i più dubbiosi, di essere un professionista esemplare: fino a quando l’olandese vestirà la maglietta biancoceleste, metterà in campo tutta la sua qualità e concentrazione. Rimane, però, da sistemare il vuoto che lascerà in un futuro molto vicino. Tra i tanti nomi apparsi sulla lista di Tare, spicca quello di Ramiro Funes Mori, difensore centrale dell’Everton.

Ritorno di fiamma

Classe 1991, cresciuto nel River Plate, dal 2015 all’Everton. Difensore centrale di qualità, nel giro della Nazionale argentina, con la quale ha partecipato alle qualificazioni per i Mondiali in Russia. Uno dei difensori più seguiti nel panorama mondiale, in grado di vincere la copa Libertadores a ventiquattro anni ed attirare l’attenzione dell’Europa. Dopo un primo anno di livello all’Everton, un infortunio al menisco ne ha notevolmente rallentato il processo di crescita, fino a lasciarlo fuori dal campo per quasi un anno. Una vecchia conoscenza della Lazio, che ha provato a portarlo a Roma già ai tempi del River Plate. Un ritorno di fiamma che Tare ha intenzione di assecondare: al di là dell’infortunio, il calciatore è adesso disponibile, e rappresenta il futuro della Nazionale argentina.

La scommessa di Tare

Inevitabilmente, portare a Roma un calciatore reduce da un lungo infortunio porta con sé più di qualche dubbio. Lo sa bene Tare, che ha calcolato il rischio e deciso di poter giocare anche questa scommessa. Il dirigente laziale conosce bene il calciatore, già seguito in Argentina, e non ha dubbi sulle qualità che lo contraddistinguono. I ritmi del campionato italiano non sono come quelli della Premier League (come la stagione di Lucas Leiva dimostra), ed il lungo periodo di stop renderebbe più semplice del normale la trattativa, nonostante Funes Mori abbia un contratto che lo lega all’Everton fino al 2020. Società ed ambiente rimangono tranquilli: le ultime scommesse di Tare hanno portato in rosa calciatori di livello assoluto (Milinkovic-Savic e Luis Alberto su tutti), in grado di regalare alla squadra il tanto atteso salto di qualità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy