Contro il Bologna, la Lazio studia Destro

Contro il Bologna, la Lazio studia Destro

Nel match dell’Olimpico, mentre la squadra continua a puntare alla Champions, Tare può gettare un occhio su Destro, un possibile sostituto per Immobile.

di Mattia Deidda
wallace

La Lazio continua la ricerca di un vice Immobile. La stagione corrente ha lasciato tanti buoni indizi sulla crescita della squadra, ma al tempo stesso la società, consapevole di trovarsi nel bel mezzo di un progetto, non ha intenzione di ignorare gli aspetti negativi espressi dal campo. La mancanza di un vice Immobile si è fatta sentire in più di un’occasione: l’italiano, senza dubbio, è uno dei giocatori più importanti della rosa, ma sono pochi i calciatori in grado di reggere un’intera stagione senza mai riposare, con tre competizioni da giocare. Regalare un po’ di respiro ad Immobile è la chiave per effettuare un ulteriore salto di qualità, e per riuscirci Tare ha intenzione di puntare una vecchia conoscenza di Roma: Mattia Destro, attualmente al Bologna che la Lazio si appresta ad affrontare, rappresenta il profilo perfetto.

Destro, ritorno al passato

Destro, attaccante del Bologna, ex Roma. Basterebbe questo per limitare la trattativa, pensando ad un’accoglienza difficile da parte della tifoseria. Il calciatore, però, non avrebbe problemi a tornare a Roma per giocare con la Lazio, e alla fine dei conti anche i tifosi laziali non avrebbero problemi ad accettarlo. Vissuta un’esperienza giallorossa fallimentare, il calciatore non si è lasciato di buon occhio con la sua ex tifoseria, e vestire la maglietta biancoceleste tornando in un top club italiano rappresenterebbe la rivincita definitiva contro i suoi ex tifosi. La Lazio conosce bene il calciatore: prima dell’interesse della Roma, erano stati propri i biancocelesti ad informarsi per le prestazioni del centravanti (che aveva vissuto un grande anno con il Siena).

Il vice Immobile perfetto

Classe 1991, Destro conosce alla perfezione il campionato italiano e ancor di più sa cosa vuol dire giocare in una difficile piazza come Roma. Uscito dal giro dei grandi attaccanti, il centravanti sa bene che per poterci rientrare l’unico modo è tornare in un grande club ed aspettare pazientemente la propria opportunità. Con una Lazio che si appresta a vivere un’altra stagione con tre competizioni (Champions o Europa League fa poca differenza), l’attaccante del Bologna potrebbe rappresentare l’uomo in più della rosa.  Accettare la panchina senza polemiche per poi sfruttare i minuti o le partite in cui Inzaghi voglia far riposare Immobile. In una squadra come la Lazio, pronta ad ambire alle vette più alte della classifica, Destro può ritrovare una seconda opportunità ed entrare di nuovo nel giro dei grandi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy