Lazio-De Vrij, il risarcimento danni è…De Roon?

Lazio-De Vrij, il risarcimento danni è…De Roon?

La SEG, la società che gestisce gli interessi di De Vrij vuole “risarcire” il danno dell’addio a parametro zero dell’olandese. In questo senso c’è un elemento come De Roon, che sarebbe utilissimo ai biancocelesti.

di Redazione Il Posticipo

Lazio, arriva il “risarcimento danni”? De Vrij ha compiuto la sua scelta professionale. Non rinnoverà il contratto con i biancocelesti. Una scelta poco gradita perché, oltre alla depauperazione tecnica, vi sarà anche un danno economico non indifferente.

SEG, attività diplomatiche in corso

Nessuno voleva trattenere a tutti i costi l’olandese, ma è altrettanto innegabile che l’atteggiamento non è piaciuto. Sarebbe stato sufficiente accettare il rinnovo con clausola per tutelare entrambi. Il calciatore avrebbe potuto scegliere la propria destinazione e la Lazio non avrebbe subito un danno economico. A questo punto è legittimo pensare che la SEG, la società che ha la procura di De Vrij, voglia farsi perdonare. Come? Beh, la società gestisce anche Bastos e potrebbe cercare di rivenderlo a buon prezzo. Anche sfiorando i dieci milioni di euro. Una quotazione assolutamente interessante per il centrale, ma una soluzione che in questo momento non stuzzica moltissimo la Lazio. Bastos, al netto della pericolosa tendenza di combinarne una in più di Carlo in Francia, torna ancora utile alla squadra di Inzaghi, che anche l’anno prossimo avrà comunque bisogno di una batteria di difensori numericamente sufficiente a sostenere tre impegni.

Il risarcimento per De Vrij? De Roon

Resta inteso che i rapporti vadano comunque coltivati e tenuti buoni. Vendere Bastos non è una buona idea, ma la scuderia SEG ha comunque ciò che potrebbe interessare Inzaghi e Tare, ovvero Marten De Roon. Il centrocampista in forza all’Atalanta servirebbe eccome alla Lazio, che è a caccia di un calciatore come l’olandese. De Roon è solidità allo stato puro. Centrocampista grintoso ma non falloso, abbina qualità e fosforo. Perfettamente in grado di interdire e costruire, ha trovato in Gasperini l’allenatore ideale per valorizzarne le qualità. Sa giocare con il pallone, con i compagni e con il cronometro. Ha il passo giusto per reggere tutti i novanta minuti di gioco senza cali di tensione. L’ideale alter ego di Parolo. O anche di Lucas Leiva, anche con maggiore incisività in fase realizzativa. Alla Lazio uno così servirebbe anche subito, figurarsi se la squadra dovesse privarsi di Milinkovic-Savic, possibilità da prendere comunque in considerazione. Occorre essere realisti: la Lazio non è in grado di resistere a offerte “indecenti” né può impedire al giocatore di accettarle. Di fronte a un’offerta a tre zeri per la Lazio e a otto per l’ingaggio del calciatore, c’è poco da fare. E quindi l’offerta di “pace” della SEG potrebbe essere ben accetta, soprattutto se portasse a Formello un centrocampista di valore come De Roon.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy