Lazio-Atalanta, non solo campo

Lazio-Atalanta, non solo campo

La Lazio è alla ricerca di nuovi profili per migliorare la rosa e la gara contro l’Atalanta porta all’Olimpico tre calciatori entrati nel radar biancoceleste: Cristante, de Roon e Freuler.

di Mattia Deidda

La gara contro l’Atalanta per avvicinarsi sempre di più alla Champions League e, al tempo stesso, guardare con un occhio al futuro. La partita contro gli uomini di Gasperini si prospetta complicata, con i biancocelesti che arrivano all’appuntamento senza Immobile ed i nerazzurri che non solo hanno ritrovato Ilicic, ma anche il sesto posto della classifica, ovvero un pass per l’Europa League. Tare, nell’attesa di far scoprire al mondo il proprio futuro (contratto in scadenza a fine stagione), osserverà la partita con estrema attenzione. Nella continua ricerca di nuovi profili per migliorare la rosa, la gara contro l’Atalanta porta all’Olimpico tre calciatori entrati nel radar del direttore sportivo biancoceleste: Cristante, de Roon e Freuler.

CENTROCAMPISTI – Una priorità. Il reparto di centrocampo, probabilmente il migliore in questa stagione, deve essere rinforzato. Lucas Leiva, Parolo, Luis Alberto e Milinkovic-Savic sono giocatori straordinari, ma, per quanto un calciatore possa essere bravo, non può reggere un’intera stagione giocando costantemente al massimo. Se n’è accorta la società così come i tifosi, che hanno notato subito come il rendimento della squadra sia calato, spesso, di pari passo con le prestazioni degli uomini a centrocampo (o quando, per turn over, sono stati fatti accomodare in panchina). Trovare uomini con le qualità dei centrocampisti della Lazio è difficile (ed estremamente dispendioso), si può però cercare un punto di incontro, con l’obiettivo di non far sentire eccessivamente la mancanza dei titolari quando fuori dal terreno di gioco. Un uomo su tutti, in questa stagione, ha dimostrato di non avere un ricambio in rosa: Parolo, stacanovista di Inzaghi, ha bisogno di un doppione in squadra.

DEA  La stella non può che essere Cristante. Classe 1995, il centrocampista sta vivendo una stagione esaltante, condita da nove gol in campionato e tre in Europa League. Un calciatore intelligente, come i soli tre cartellini gialli presi in tutto il campionato dimostrano. Con dei numeri del genere, sono molti i club pronti a corteggiarlo. I biancocelesti lo sanno, e conoscendo la difficoltà della trattativa, non hanno intenzione di focalizzarsi solamente su di lui. Anche de Roon piace, molto, alla società. Classe 1991, è senza dubbio pronto per il salto di qualità: a differenza del compagno di squadra regala meno spettacolo, ma nel campo, quando si parla di equilibri, è uno di quei calciatori senza i quali sarebbe impossibile costruire una squadra vincente. Discorso in cui rientra anche Freuler. Tre nomi, tutti importanti, tutti in grado di giocarsi il posto con Parolo ed arricchire la rosa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy