L’allenatore del Besiktas attacca Karius: “C’è qualcosa che non va in lui, prendiamo gol per colpa sua”

L’allenatore del Besiktas attacca Karius: “C’è qualcosa che non va in lui, prendiamo gol per colpa sua”

Loris Karius pensava di ricostruirsi una carriera in Turchia, dopo la notte di Kiev. E il Besiktas pensava di poter offrire al tedesco la possibilità di riprendersi. Esperimento fallito, perchè il club turco lo deve far giocare ma…eviterebbe volentieri.

di Redazione Il Posticipo

Loris Karius pensava di ricostruirsi una carriera in Turchia, dopo la notte di Kiev. Le due papere nella finalissima lo hanno provato, al punto da sbagliare anche interventi semplicissimi durante il riscaldamento. A quel punto il Liverpool ha deciso che al venticinquenne servisse un periodo lontano da Anfield, per recuperare la serenità perduta. E probabilmente anche il Besiktas pensava di poter offrire al tedesco la possibilità di riprendersi dal punto di vista psicologico e di provare a cancellare la serata più nera della sua carriera. Esperimento miseramente fallito, come riporta il Sun. Il club turco è costretto a farlo giocare ma…eviterebbe volentieri.

ERRORE – Difficile dare torto a Senol Gunes, tecnico dei bianconeri, soprattutto considerando che il portiere stava di nuovo costando punti preziosi al Besiktas. Ci è voluto un gol all’ultimo minuto di Kagawa per riacciuffare una vittoria che si era tramutata in pareggio proprio “grazie” a Karius. L’ennesimo errore, che ha davvero fatto arrabbiare l’allenatore. Che si è sfogato davanti ai microfoni. Le parole riportate dal tabloid inglese sembrano davvero mettere in chiaro una cosa: Karius non si è ripreso. E forse, mai si riprenderà. Per dirlo con una frase di Gunes, “c’è qualcosa che non va in lui”. Come portiere, ma anche dal punto di vista mentale.

QUALCOSA NON VA – “Prendiamo gol per colpe sue. È in una fase di stagnazione. C’è qualcosa che non va, nella sua elettricità, nella sua motivazione, nel suo entusiasmo per il calcio. Ed è così da quando è arrivato qui. Non si sente parte della squadra, è un problema che non abbiamo risolto e ovviamente è anche un po’ colpa mia. Ma qualcosa non va, è anche sfortunato. Ha talento, ma le cose non stanno funzionando e abbiamo un problema”. Un problema che è ancora più grande, visto che l’altro portiere, Tolga Zengin, è stato messo fuori rosa. In fin dei conti, un errore. “Mettiamola così. Se avessi ancora Tolga disponibile, farei giocare lui”. Non certo un attestato di stima per il povero Karius.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy