“La VAR è una m…a”: le proteste del Marocco dopo il match con la Spagna

“La VAR è una m…a”: le proteste del Marocco dopo il match con la Spagna

In Spagna si esulta e si ringrazia la VAR. Ma dall’altra parte c’è chi si lamenta e non poco. Al Marocco non è piaciuto l’utilizzo dell’ausilio video nel match contro la squadra di Hierro. E nessuno fa nulla per nasconderlo…

di Redazione Il Posticipo

In Spagna si esulta e si ringrazia la VAR. Ma dall’altra parte c’è chi si lamenta e non poco. Al Marocco non è piaciuto l’utilizzo dell’ausilio video nel match contro la squadra di Hierro, terminato 2-2 dopo che la rete di Iago Aspas che ha regalato il primo posto alle Furie Rosse è stata prima annullata e poi convalidata su input dei quattro direttori di gara collegati da Mosca. E tra le tante proteste, spunta quella dell’esterno marocchino Amrabat. Che a fine partita si avvicina alla telecamera, fa l’ormai classico gesto dell’arbitro che chiede…l’aiuto da casa e sentenzia in mondovisione: “La VAR è una m…a”.

TUTTI CONTRO LA VAR – Espressione colorita per una scena che fa il giro del globo. E che sottolinea ulteriormente quanto la squadra nordafricana non abbia apprezzato l’utilizzo della VAR, al contrario degli spagnoli che la celebrano addirittura sulle prime pagine dei giornali. Marca riporta le parole del capitano del Marocco, Boussoufa, che in sala stampa ha attaccato l’arbitro per qualche episodio non considerato. “Che dire dell’arbitro, credo che abbia preso molte decisioni sbagliate. Ci ha penalizzato. Quando Piqué ha toccato il pallone con la mano non c’è stata la VAR. È ovvio quel che è successo, lo possono vedere tutti. Va bene usare la VAR, ma non quando Piqué usa le mani. Sono situazioni complicate, ma hanno deciso così“.

DUE PESI, DUE MISURE – E anche Belhanda e Dirar continuano con le proteste. Il primo è abbastanza lapidario nel commento: “Sembra che la VAR valga solo per gli altri“. Il compagno di squadra lo segue a ruota. “La VAR è per le grandi squadre, è una cosa frustrante. Il gol di Iago Aspas è regolare, ma c’è stato un fallo di mano di Piqué e sul calcio d’angolo la palla era uscita“. E chiude, in tutti i sensi, il portiere Munir. “Siamo indignati del fatto che non ci si tratti tutti alla stessa maniera. Anche con il Portogallo è successo qualcosa di simile, ma la partita non è stata interrotta per utilizzare la VAR. Vorremmo essere trattati come gli altri“. Insomma, la VAR avrà anche diminuito il numero delle polemiche, ma la reazione del Marocco dimostra che, quando ci sono, forse sono anche più forti del solito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy