La memoria corta di Old Trafford: Rooney va a fare il tifo per Solskjaer ma la sicurezza…lo perquisisce

La memoria corta di Old Trafford: Rooney va a fare il tifo per Solskjaer ma la sicurezza…lo perquisisce

Wayne Rooney è tornato in Inghilterra per dare il proprio sostegno all’ex compagno di squadra Ole Gunnar Solskjaer. Ma una volta arrivato a Old Trafford…viene perquisito dalla sicurezza.

di Redazione Il Posticipo

La sicurezza negli stadi è un tema di massima sensibilità. È importantissimo accertarsi che in un luogo frequentato da un gran numero di persone regni l’ordine e il clima di festa. Anche perché quando qualcosa sfugge ai controlli e nello stadio vengono introdotti oggetti proibiti dal regolamento, sorge sempre un po’ di preoccupazione. Gli stadi inglesi stanno diventando sempre di più degli esempi in questo ambito. Certo, a volte ci sono degli eccessi di zelo ma l’antico detto che recita ‘fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio’ trova spesso delle sane ragioni di applicazione. E oggi a Old Trafford è stato sottoposto a perquisizione qualcuno che con il pallone tra i piedi…è sempre pericoloso: Wayne Rooney.

VIP-ERQUISISCO TUTTI – Come riporta il Sun, l’ex giocatore di Everton e Manchester United si è recato a Old Trafford per dare il proprio sostegno all’ex compagno di squadra Ole Gunnar Solskjaer, arrivato alla sua seconda uscita come allenatore dei Red Devils. Dei fotografi, però, hanno immortalato l’ex capitano del club mentre era alle prese con un addetto alla sicurezza, con il classico gilet catarifrangente color arancio, impegnato a perquisirlo. È vero, è sempre meglio controllare che chi entra allo stadio non porti con sé degli oggetti proibiti dal regolamento. E in un certo senso può essere anche giusto non utilizzare pesi e misure diverse per il comune pubblico pagante e i VIP che arrivano all’ingresso.

PREMIATE QUEST’UOMO – La parte forse più divertente dello scatto pubblicato dal Sun non riguarda strettamente la parte centrale della foto dove è ritratto Rooney alle prese con la perquisizione ma, spostando il focus sul lato sinistro dell’immagine, si notano altri addetti alla sicurezza che guardano la scena con un certo imbarazzo, come se stessero guardando un qualcosa di davvero particolare. A rigor di logica, per la serietà e l’assiduità del proprio lavoro, lo steward merita un premio. Del resto non si sa mai, il ritorno di Wayne Rooney a Manchester potrebbe causare un’esplosione…di gioia dalla tribuna. Ma è pur vero che la scena è quantomeno esilarante. E viene in mente la celebre frase: “lei non sa chi sono io”. In questo caso, forse, addirittura letteralmente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy