La figuraccia social della Nazionale Francese: insulti e volgarità in finto russo

La figuraccia social della Nazionale Francese: insulti e volgarità in finto russo

Il profilo ufficiale Twitter della Nazionale Francese, attraverso un sistema automatico, permetteva di russificare il proprio nome. Il risultato? Insulti e volgarità a palate!

di Redazione Il Posticipo

Punto primo di una strategia di marketing efficace: valutare i rischi. Qualcosa che evidentemente il social media manager dell’account Twitter della nazionale francese non ha ritenuto importante. O, molto più semplicemente, è stata erroneamente sottovalutata l’inventiva degli utenti. Eppure l’idea, per quanto semplice, era simpatica. “Qual è il tuo nome in russo?”. Alla risposta dell’utente, attraverso un processo automatico, l’account Twitter dei Galletti avrebbe elaborato una grafica aggiungendo al nome qualche prefisso particolare in grado di “russificare il nome”. Cosa poteva andare storto? Beh, per esempio un sistema automatico non verifica cosa viene scritto, ma si limita ad elaborarlo. E quindi?

ERRORE – E quindi, in tempo quasi record, l’account della Nazionale Francese è stato costretto a cancellare il tweet, come riporta L’Equipe. Perché chiaramente, tra i molti che hanno deciso di stare davvero al gioco, sottoponendo il loro vero nome, molti hanno deciso di creare delle grafiche un po’ meno ortodosse. Giochi di parole, ma anche insulti e frasi volgari. Non esattamente qualcosa di family-friendly, soprattutto se i post arrivano (giova ricordarlo, in maniera del tutto automatica) dal profilo ufficiale dei Blues. Peccato che, ovviamente, gli utenti dispettosi abbiano anche tenuto le prove della propria marachella. E quindi, nonostante gli sforzi del povero social media manager di insabbiare la questione, non c’è stato verso.

DE07B39F-0AFC-41D8-BD10-007BBA1D47AE

ITALIANI – Ma non si è trattato di una “problematica” strettamente transalpina. Perché si sa, sul web le notizie corrono alla velocità della luce, soprattutto se sono divertenti. E quindi, prima che il tweet venisse eliminato, anche più di qualche italiano si è cimentato nella russificazione del proprio nome. O di frasi non proprio edificanti nei confronti di squadre del nostro campionato o di personaggi del calcio nostrano (uno dei quali è diventato un “terroristechkine”). In compenso qualcuno ha deciso di russificare la campagna per far tornare in nazionale Benzema, con un poco russo…FREE BENZEMAPOV. Pessima idea, dunque, quella di regalare così tanto margine di azione. Una lezione che il social media manager della nazionale francese ha imparato nella maniera più rapida possibile!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy