Klopp, Poch e i loro campioni da bambini: il tedesco muore dalle risate, l’argentino…si arrabbia con Lamela!

Klopp, Poch e i loro campioni da bambini: il tedesco muore dalle risate, l’argentino…si arrabbia con Lamela!

La UEFA ha pubblicato sui suoi profili social due video in cui ai tecnici vengono mostrate le immagini dell’infanzia dei calciatori che allenano. Le reazioni? Klopp, fedele al suo personaggio scanzonato, si diverte un mondo. Poch, invece…si arrabbia con uno dei suoi!

di Redazione Il Posticipo

Cuccioli di campione. Bambini che forse neanche nei loro sogni più sfrenati avrebbero mai pensato di giocarsi una finale di Champions League. E che invece a Madrid, a distanza di anni, scenderanno in campo per la coppa dalle grandi orecchie. Ad accompagnare gli ex bimbi, i loro allenatori, Mauricio Pochettino e Jürgen Klopp. E la UEFA ha pubblicato sui suoi profili social due video in cui ai tecnici vengono mostrate proprio le immagini dell’infanzia dei calciatori che allenano. Le reazioni? Quelle che ci si può aspettare…o forse no? Klopp, fedele al suo personaggio scanzonato, si diverte un mondo. Poch, invece…si arrabbia con uno dei suoi!

BABY REDS – Il primo bimbo mostrato al tedesco è Trent Alexander-Arnold, “padre, madre e nonno del calcio d’angolo più furbo del mondo”. E ogni riferimento a Liverpool-Barcellona non è casuale. Poi tocca a Shaqiri e qui Klopp fa mea culpa. “La gente dice che lo faccio giocare poco. E forse lo pensa anche lui…”. Ma quando arriva la foto di un piccolo Van Dijk con i capelli lunghi, Klopp non trattiene le risate: “Sembra la sorella di Virgil! Era un po’ più piccolo fisicamente, eh?”. L’immagine di Sturridge crea qualche problema, con il tecnico che lo scambia per Wijnaldum, mentre il Milner bambino viene riconosciuto immediatamente.

BABY SPURS – Lo stesso test tocca anche a Pochettino, che si diverte a riconoscere Kane (“uno dei migliori centravanti al mondo”) e Llorente, mentre ha più di qualche problema con Eriksen (“e questo chi è?”) e Lloris, individuato dopo parecchi dubbi. Quindi anche il tecnico del Tottenham si fa qualche bella risata, tranne quando arriva…Lamela. La foto scelta per l’argentino lo vede tenere in mano una maglia del Barcellona. Fumo negli occhi per il tecnico, che ha legato parte della sua carriera in campo e in panchina all’Espanyol. “Adesso ho cambiato opinione su di lui!”, chiosa l’allenatore, prima di scoppiare a ridere. Come la prenderebbe se un tifoso del Barça…dovesse regalargli la coppa?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy