Klopp l’eremita: “Ho abbastanza jeans per vent’anni. Non esco di casa, se non per…”

Klopp l’eremita: “Ho abbastanza jeans per vent’anni. Non esco di casa, se non per…”

Jurgen Klopp è concentratissimo sulla corsa al titolo: ha bisogno del minor livello di distrazione possibile, così dichiara: “Se non è per il calcio, non esco di casa!”. Nel frattempo, i tifosi sperano…

di Redazione Il Posticipo

Il Liverpool sfiderà il Cardiff City, terzultimo in classifica, il 26 aprile. Al momento staziona a un punto sotto al Manchester City di Guardiola. In un momento del genere, con il doppio impegno di campionato e Champions League, la fatica accumulata in una stagione lunghissima, le tante, forse troppe chiacchiere di mercato che si fanno, non ci si può lasciare distrarre: lo scivolone va evitato come la peste. Ecco perché lo stesso Jürgen Klopp ha deciso di ritirarsi in una sorta di vita da eremita: “Se non si tratta di calcio, non esco di casa“.

IL CLIMA – Così ha detto l’allenatore del Liverpool. I tifosi, la società e soprattutto i giocatori, ci tengono troppo a questo trofeo. Certo, a differenza della squadra e della società, i tifosi aspettano la vittoria del campionato da ormai 29 anni (ultima vittoria 1989/90) e questa loro fame, questo bisogno di esultare represso, potrebbe creare un’ulteriore pressione di cui, al momento, la squadra non ha bisogno di caricarsi: “Posso immaginare il clima che c’è in città: è bene che sia così ma non ho bisogno di sentirlo e di vederlo. Ma si tratta di calcio: per la maggior parte della mia vita sono stato un tifoso e quindi so come mi sentirei con questo andamento della squadra. La situazione che abbiamo ora è quella che avrei preferito in assoluto. Posso immaginare che la gente voglia uscire e festeggiare ma noi non facciamo parte di questo: Dobbiamo assicurarci che le cose restino così“, riporta Goal.com.

RECLUSO – Ma è possibile che Klopp non metta il naso fuori da casa nella maniera più assoluta? Sì, è possibile: “Non esco di casa, a parte il calcio. Perché dovrei? Ho abbastanza paia di jeans per i prossimi 20 anni quindi sto a posto! Non vado per negozi. Niente di tutto questo“. Il coach è giustamente concentratissimo, ha una squadra straordinaria dalla quale vuole ottenere il massimo e ha bisogno di insegnare loro a fare lo stesso. E come sa benissimo Klopp, il miglior metodo per dare un insegnamento è tramite l’esempio. “Amo la situazione in cui siamo, è ottima ma ovviamente dobbiamo dimostrare di meritarcela ogni giorno e in ogni partita. Tutto molto bello ma non è ancora perfetti quindi dobbiamo continuare a lavorare come abbiamo fatto finora“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy