Klopp il superstizioso: nessuno tocchi la scritta “This is Anfield”… finché non lo merita

Klopp il superstizioso: nessuno tocchi la scritta “This is Anfield”… finché non lo merita

Jürgen Klopp ha la fama di essere un grande allenatore ma dimostra di essere anche molto… superstizioso. Ordina ai suoi giocatori di non toccare la scritta “This is Anfield” fin quando… non lo meriteranno, portando a casa qualche trofeo.

di Redazione Il Posticipo

Certo, è bello entrare in campo, passare per quel tunnel e sentire gradualmente il volume dei cori e del meraviglioso fracasso di Anfield; è bello giocare per una squadra che non solo esprime un calcio straordinariamente frizzante, ma che ha anche una lunghissima tradizione; è bello puntare al massimo ma… prima o poi bisogna pur vincere. Non si può solo vivere di rendita sugli splendori del passato. E si arriva a un punto in cui tutto questo fragore, tutto questo affetto e tutta questa tradizione bisogna ricominciare a meritarsele. Questo, Jürgen Klopp lo sa. Così vieta ai propri giocatori di toccare la leggendaria scritta “This is Anfield” fino a quando… non se la saranno meritata.

NIENTE TITOLO, NIENTE… – Con la sfida per il vertice con il Manchester City con una distanza minima (un punto) ma che con sole due giornate al termine sembra siderale, il Liverpool non può permettersi distrazioni: bisogna fare il massimo per tornare in vetta in campionato e in caso non si riuscisse a vincere la Premier bisognerebbe puntare tutto sulla Champions League. Stando a quanto riporta il quotidiano spagnolo Sport, questo è quello che chiede Klopp ai suoi: il quadretto voluto dal leggendario Bill Shankly lo si potrà toccare solo in caso di vittoria di un titolo. Il Barcellona e il prossimo eventuale avversario sono avvertiti: presumibilmente, i giocatori faranno di tutto per riprendersi il permesso di accarezzare quella scritta il prima possibile.

MERITATEVELA! – Il cartello è stato ideato dal leggendario allenatore scozzese dei Reds, che per 15 lunghi anni ha servito valorosamente la società e che il pubblico ama ancora alla follia nonostante sia passato a miglior vita da 38 anni. La scritta “This is Anfield” serve principalmente a incutere timore nell’avversario ricordando la gloriosa storia del club, ma con il tempo i giocatori di casa hanno cominciato a toccarla prima di entrare in campo sia come rito, sia come gesto d’appartenenza. Il segnale, quindi è chiaro: il Barça dovrà tremare ad Anfield e i giocatori del Liverpool, l’appartenenza ad un club così prestigioso, dovranno dimostrare di meritarsela sul campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy