Kimmich attacca Ancelotti: “Stavo per lasciare il Bayern per colpa sua…”

Kimmich attacca Ancelotti: “Stavo per lasciare il Bayern per colpa sua…”

Carlo Ancelotti, un allenatore vincente e apprezzato in tutto il mondo. Tranne che…a Monaco di Baviera. Il ricordo lasciato da Carletto da quelle parti è talmente pessimo che ancora si parla di lui (e in maniera poco lusinghiera) a oltre un anno dall’addio.

di Redazione Il Posticipo

Carlo Ancelotti, un allenatore vincente e apprezzato in tutto il mondo. Ovunque è andato, il tecnico del Napoli ha saputo farsi voler bene. Tranne che…a Monaco di Baviera. E dire che anche all’Allianz Arena, come suo solito, l’allenatore di Reggiolo ha portato nuovi pezzi di argenteria nella bacheca. Una Bundesliga e due Supercoppe di Germania, tanto per non farsi parlare troppo dietro. Missione fallita e non solo per l’esonero di settembre 2017 dopo la rovinosa sconfitta in Champions contro il Paris Saint-Germain. Il ricordo lasciato da Carletto in Baviera è, chissà perchè, talmente pessimo che ancora si parla di lui a oltre un anno dall’addio. E non certo in termini lusinghieri.

ADDIO – Un esempio? Joshua Kimmich ha da poco rinnovato il contratto con il club bavarese fino al 2023, ma ha ricordato al Welt am Sonntag i tempi in cui con Ancelotti faceva panchina. E ha sostenuto che per colpa del tecnico italiano ha pensato di lasciare il Bayern… “Ho rinnovato, ma lo dico molto francamente, ci sono stati momenti in cui tutto è stato molto difficile per me. Visto che non ero assolutamente soddisfatto del mio minutaggio, ho pensato all’addio nonostante per me il Bayern sia l’unico club che esiste al mondo”. Considerando che l’unica parentesi in cui il tedesco ha visto il campo con poca frequenza è stata proprio quella di Ancelotti, difficile non leggere un attacco al vecchio allenatore.

COME ANCELOTTI – Kimmich parla anche di quello nuovo, Kovac, e lo difende. “All’inizio ci siamo detti ‘è l’allenatore perfetto!’. Abbiamo vinto partite giocando molto bene e con molta sicurezza a inizio stagione, ma poi siamo stati spesso distratti. Ci sono stati molti errori individuali, sui quali l’allenatore non può fare nulla…”. Un’ammissione di colpa da parte di Kimmich, che però non sembra essere condivisa dai suoi compagni di squadra. Come riporta ESPN, dopo la partita contro il Borussia vinta per 5-0, una stella del Bayern non meglio identificata ha spiegato che Kovac è “come Ancelotti”. Il che, almeno dalle parti dell’Allianz, per qualche motivo…non è un complimento!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy