Karius, ma allora è un vizio! Altra papera…nel riscaldamento

Karius, ma allora è un vizio! Altra papera…nel riscaldamento

Il portiere del Liverpool ricomincia la stagione esattamente come ha terminato quella precedente. Con una papera molto simile a quella sul tiro di Bale nella finale di Champions!

di Redazione Il Posticipo

Com’è che si dice? Bisogna cominciare la stagione come si è terminata quella precedente? Beh, nel caso di chi ha vinto il campionato o una coppa è un augurio. Ma che succede se l’ultima partita è stata un dramma sportivo? Bisogna ripartire alla stessa maniera? Loris Karius…sembra pensarla esattamente così. E nonostante, dopo ormai quasi due mesi, non si sia spenta l’eco della sua “impresa” nella serata di Kiev, il calcio va avanti e si ricomincia. Klopp gli ha dato fiducia, seppur condizionata dal fatto di non essere riusciti a comprare un altro portiere. “I suoi errori sono certamente stati dovuti alla commozione cerebrale”, ha detto di recente il suo allenatore.

PAPERA – Sarà, ma allora forse è meglio far fare una visita di controllo al ragazzo, visto ciò che è accaduto in occasione della prima amichevole dell’anno del Liverpool. La scena è stata ripresa casualmente dalle telecamere, ma è diventata (ovviamente) subito virale. Mentre due giornalisti sono intenti a scambiarsi opinioni, sullo sfondo si può notare il portiere tedesco che si allena prima del match. E, sebbene possa sembrare, non è una replica della finalissima di Kiev. Eppure l’errore è molto simile, tiro centrale che non viene bloccato e passa sotto le gambe del biondo estremo difensore. Perlomeno curioso cercare di immaginare la reazione di Klopp alla vista di un tale obbrobrio.

REAZIONI – E i tifosi del Liverpool? Già si mettono le mani nei capelli (e partono con le parolacce, come qualcuno di quelli che ha visto e ripreso la scena dalla TV), perchè se è vero che i Reds sono molto attaccati alla squadra e a chiunque indossi la sacra maglia, Karius non è certo al…top della Kop, per quel che riguarda l’indice di gradimento. Molti speravano in un arrivo di Alisson o di Oblak, ma le richieste troppo alte di Roma e Atletico Madrid avrebbero convinto Klopp e soci a dare di nuovo fiducia al suo portiere. Viste le premesse, comincia quindi per il tedesco (quello tra i pali) la più difficile delle sue stagioni da professionista. Sarà pur vero che due errori, per quanto gravi, non possono e non devono segnare per sempre la carriera di un portiere. Ma bisogna anche dare atto ai suoi critici che Karius pare cercarsela. Sempre per tornare ai buoni vecchi adagi, errare è umano, ma perseverare è decisamente diabolico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy