Karius, addio al Liverpool per porre fine all’incubo: futuro in Turchia?

Karius, addio al Liverpool per porre fine all’incubo: futuro in Turchia?

Non è stata un’estate semplice per Loris Karius. Come può l’ex numero uno dei Reds ritrovare la serenità necessaria per giocare in un ruolo che più degli altri non permette cali di tensione? Lasciando Liverpool. E dalla Turchia qualcuno pensa a lui…

di Redazione Il Posticipo

Non è stata un’estate semplice per Loris Karius. Difficile scrollarsi di dosso i due errori compiuti nella finale di Champions League contro il Real Madrid. Soprattutto quando il tuo club, nonostante gli attestati di fiducia, compra uno dei migliori portieri al mondo per una settantina di milioni di euro. Per il tedesco poco spazio e nessuna possibilità di redimersi agli occhi dei tifosi, anche dopo gli errori accumulati durante le amichevoli estive. Come può dunque l’ex numero uno dei Reds ritrovare la serenità necessaria per giocare in un ruolo che più degli altri non permette cali di tensione? Lasciando Liverpool.

BESIKTAS – Dopo le papere dello scorso maggio qualcuno (il Rimini) si era fatto avanti offrendo al tedesco una stagione lontano da Anfield per ricaricare le pile. E pare proprio che alla fine andrà davvero così. Ovviamente Karius non si dovrebbe accasare in Riviera Romagnola, ma…sul Bosforo. Da quel che riporta il Sun, il Besiktas sarebbe pronto a chiedere il portiere al Liverpool con la formula del prestito ed il club inglese dovrebbe accettare, per permettere al suo calciatore di cercare di rimettere in piedi una carriera che rischia di essere segnata per sempre dalla serataccia di Kiev. Due piccioni con una fava per Klopp, che a quel punto garantirebbe il ruolo da secondo portiere a Mignolet, un altro degli scontenti dei Reds.

SERENITÁ – Tutti felici, dunque? Beh, forse. In fondo il tedesco è pur sempre un portiere di livello e il club turco può permettergli di ritrovare tranquillità senza perdere in competitività, dato che potrebbe giocare anche l’Europa League se i bianconeri dovessero passare l’ultimo preliminare. Certo, ci sono anche da considerare i lati negativi. E l’ambiente della Vodafone Arena potrebbe non essere dei migliori se Karius dovesse confermare la sua propensione all’errore anche con la maglia del Besiktas. I tifosi delle Aquile Nere (i Çarşı) sono famosi per un certo spirito anarchico e per le loro intemperanze. Non esattamente ottimi auspici per il futuro del biondo estremo difensore. Che però da qualche parte dovrà pur ricominciare, se vuole rialzarsi. Del resto, anche il peggiore degli incubi prima o poi finisce.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy