Tottenham, tra Kane e la Premier scoppia la guerra del gol

Tottenham, tra Kane e la Premier scoppia la guerra del gol

Non importa di chi sia il secondo gol degli Spurs allo Stoke. O forse sì? Per Kane può essere un passo verso due traguardi importanti. E quindi il Tottenham fa ricorso.

di Redazione Il Posticipo
kane

Mauricio Pochettino, allenatore del Tottenham, sapeva a cosa andava incontro ed ha subito tagliato corto. Non importa di chi sia il secondo gol degli Spurs allo Stoke, quello che conta è che siano arrivati i tre punti per il club londinese. Ma a qualcuno importa. E parecchio. In particolare al marcatore “ufficiale”, Christian Eriksen, e a quello “ufficioso”, Harry Kane. La punizione del danese è stata sfiorata dall’Uragano prima di andare in porta? Pare proprio di sì. Ma la Premier League ha comunque assegnato il gol allo scandinavo. E adesso che si fa? Semplice: si fa ricorso contro la decisione per…passare il gol all’inglese.

DI MEZZO C’È LA SCARPA D’ORO… – Che motivo c’è di scaldarsi tanto? In fondo ha ragione Pochettino, un gol è pur sempre un gol, giusto? Sì, ma anche una sola marcatura può fare la differenza quando di mezzo c’è la Scarpa d’Oro. Il trofeo per il miglior marcatore europeo, che l’anno scorso è andato per la quarta volta a Messi, è ormai l’unica soddisfazione che Kane può togliersi in questa stagione, escludendo una difficilmente pronosticabile vittoria dell’Inghilterra ai mondiali. E con il gol allo Stoke, ammesso che la Premier League decida di assegnarlo a lui, il numero 9 del Tottenham si riavvicinerebbe alla vetta, detenuta dal solito Messi e da Momo Salah, entrambi a 29 reti per un coefficiente di 58.

…ED IL RECORD DI VITTORIE DELLA CLASSIFICA CANNONIERI – Da 24 marcature, infatti, il centravanti degli Spurs arriverebbe a 25, avvicinandosi a Lewandowski e superando Cavani e Icardi, in questo momento a parimerito con l’inglese. E soprattutto, sarebbe un passo in più verso il terzo titolo di capocannoniere consecutivo del campionato inglese, andando così a pareggiare il record di Alan Shearer. Un gol quindi che è davvero importante assegnare. Abbastanza per un reclamo formale da parte del Tottenham? Evidentemente sì. Non sono bastate le dichiarazioni di Kane, che ha addirittura giurato su sua figlia di aver toccato il pallone prima che terminasse in porta. E a quel punto è scesa in campo la società, con una scelta di campo abbastanza netta. L’appello è puntualmente arrivato sulle scrivanie di chi dirige la Premier League e verrà valutato.

NEL FRATTEMPO, KANE HA VINTO…QUALCHE PRESA IN GIRO – Chi si è già espresso al riguardo, e non potrebbe essere altrimenti, è il popolo del web. E si è subito creata una spaccatura tra chi ritiene giusto assegnare la rete a Kane e chi invece non ha apprezzato il comportamento dell’inglese. Che è stato paragonato ad un bambino viziato e ricoperto di prese in giro. C’è chi gli ha consigliato di non tirare il prossimo rigore e di chiedere direttamente l’assegnazione e anche chi ha lanciato improbabili notizie di un Kane che ha richiesto che gli sia assegnato il premio di calciatore del mese e anche un Oscar. Così, tanto per non farsi mancare nulla. Come finirà questa storia? Aspettiamo. Speriamo almeno che tutto questo caos serva a qualcosa. Altrimenti, essendo a Londra, ci toccherà citare un paio di volte Shakespeare. Prima con troppo rumore per nulla e poi con Salah…il Moro di Nagrig, che si porta via il premio casalingo e forse anche la Scarpa d’Oro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy