Kaiserslautern, dalla Champions League ai campionati regionali?

Kaiserslautern, dalla Champions League ai campionati regionali?

Il glorioso Kaiserslautern è retrocesso nella terza divisione tedesca. Ma non è finita qui. I problemi economici del club potrebbero costringerlo a scendere ancora di categoria.

di Redazione Il Posticipo

C’era una volta il Kaiserslautern. Una squadra capace di centrare il suo primo titolo in Bundesliga (oltre ai due precedenti alla nascita del campionato) nella stagione 1990-91 e di strapparne un altro, da neopromossa (!) al Bayern Monaco qualche anno dopo. Una squadra che ha avuto nella sua rosa campioni del mondo come Miro Klose e Andy Brehme, leggende del calcio tedesco come Michael Ballack e Hans-Peter Briegel. Un club che ha raggiunto i quarti di Champions League e le semifinali di coppa UEFA. Ma che oggi è solamente il nuovo membro della terza divisione tedesca. Con il concreto rischio di rimanerci davvero poco e di scendere ulteriormente di categoria.

RETROCESSIONE IN CAMPO… – Il campo ha parlato, e per il Kaiserslautern è arrivata la retrocessione matematica. Una stagione fallimentare sotto tutti i punti di vista, sia sportivo che economico. Per non parlare dell’infarto a partita in corso che ha colpito il tecnico Strasser a gennaio e che l’ha costretto a lasciare la panchina. Il club della Renania-Palatinato ha salutato la Zweite Bundesliga con una sconfitta, la numero 17 di quest’anno calcistico, contro l’Arminia Bielefeld. Un dramma per una delle squadre che nel 1963 ha contribuito a fondare il massimo campionato tedesco e che mai prima d’ora si era trovata così in basso nella piramide calcistica nazionale. I tempi dei Meisterschale e delle Coppe di Germania sembrano molto lontani, ma il problema non è solamente sul campo, anzi.

…E BIS PER I CONTI? – I conti non tornano e non è detto che la prossima casa dei Diavoli Rossi sia la terza divisione. Il crollo sportivo potrebbe infatti portare ad un (altrettanto dannoso) crack economico. Gli introiti delle Zweite Bundesliga non saranno eccezionali, ma di certo sono ampiamente maggiori di quelli della serie minore. Di conseguenza le casse del club soffriranno un salasso quantificabili sui 25 milioni di euro. Mettendo ulteriormente in difficoltà la squadra sul campo, perchè quasi nessuno dei calciatori in rosa ha un contratto valido anche per la terza divisione e ci sarà bisogno di ricostruire tutto da zero. Un’impresa complicata, che potrebbe portare addirittura alla mancata iscrizione al campionato e alla discesa nelle leghe regionali. Davvero un finale amaro per una squadra che ha fatto la storia del calcio tedesco…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy