Higuain, il ritorno del cannibale: sempre in forma al momento giusto

Higuain, il ritorno del cannibale: sempre in forma al momento giusto

La Juventus vince per 7-0 contro il Sassuolo e si prende il primo posto della classifica. Grande protagonista Higuain, autore di una tripletta, uscito dal letargo nel momento più importante della stagione.

di Mattia Deidda

La Juventus vince per 7-0 contro il Sassuolo e si prende il primo posto della classifica. La vittoria della normalità: non tanto per l’ampio margine di vantaggio, bensì per il modo in cui è arrivata. Senza sforzo, con i bianconeri che non hanno fatto altro che giocare il loro calcio, trovando in qualsiasi giocata offensiva terreno fertile per creare qualcosa di pericoloso. La fortuna, quando ogni giocata riesce, conta poco: è la consapevolezza nei propri mezzi e l’atteggiamento di chi sa come affrontare partite importanti. A prendersi il piedistallo è Higuain, autore di una tripletta, uscito dal letargo nel momento più importante della stagione.

Il ruggito del Pipita

Tre gol per arrivare a quota tredici in campionato e lanciare un segnale al finale di stagione. Higuain si porta il pallone a casa, e mette nel mirino la Champions League. Allegri sorride: dopo aver ritrovato la difesa (un solo gol subito nelle ultime quindici partite) adesso può di nuovo contare sugli attaccanti. O meglio, sull’attaccante: il Pipita non delude, e nel momento di stagione più delicato (ottavi di Champions League alle porte e tre trasferte in quattro giornate contro Fiorentina, Torino e Lazio) esce dal letargo ed è pronto a guidare la squadra verso l’obiettivo. Criticato (fortemente) ad inizio stagione per una condizione fisica non ottimale, l’argentino ha dimostrato tutta la sua maturità, soffrendo per la situazione ma continuando sulla sua strada, lasciando le critiche lungo il cammino, concentrandosi esclusivamente sul traguardo finale.

Quando il gioco si fa duro, Higuain comincia a giocare

La Juventus inizia a giocare. Il campionato è entrato nella parte finale, e i bianconeri fanno paura. Nonostante le innumerevoli critiche legate al gioco espresso dalla squadra, la Juventus si trova adesso in testa alla classifica con due punti di vantaggio sul Napoli, in attesa che i partenopei giochino il posticipo. Una squadra abituata a vincere, che non ha paura di essere impegnata su tre fronti. Tra nove giorni, la Juventus scenderà in campo per riprovare ad inseguire il sogno (oramai quasi ossessione) della Champions League. L’impegno non è facile, nonostante ci si trovi ancora agli ottavi: il Tottenham di Pochettino, passato come primo in un girone con il Real Madrid, non permette errori di concentrazione. Allegri rimane tranquillo: la squadra ha mostrato una crescita costante, partita dopo partita, iniziando con la fase difensiva per poi passare a quella offensiva. Da considerare, in aggiunta, che fermi ai box ci sono Dybala, Douglas Costa e Cuadrado. Il Napoli è avvisato, giocare prima o dopo non cambia: la Juventus sa come affrontare gli impegni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy