La Juventus “recompra” Romagna: e Rugani?

La Juventus “recompra” Romagna: e Rugani?

La Juventus sembra intenzionata a esercitare il diritto di recompra per Romagna per affiancarlo a Caldara. E Rugani? Una perenne seconda scelta. Si rassegnerà al ruolo o è l’ora dell’addio?

di Redazione Il Posticipo

La Juventus su Romagna. I bianconeri non hanno mai perso di vista il centrale del Cagliari, che, dopo i cinque anni trascorsi in bianconero e un breve girovagare nelle serie minori fra Novara e Brescia si sta affermando a Cagliari. Nel progetto “screening” di talenti, Marotta ha spostato il focus su questo ragazzo che si è conquistato una maglia da titolare sull’isola. Classe 1997, su di lui potrebbe essere esercitato il diritto di recompra (stabilito con Giulini con un accordo verbale) per allestire una batteria giovanissima di centrali con Caldara e Rugani.

A proposito di Rugani

A proposito, e Rugani? Come potrebbe prendere l’approdo di un altro giovane di prospettiva? Di certo non benissimo. Il centrale bianconero sta completando un lunghissimo apprendistato: una crescita attesa con giusta pazienza, considerando che davanti ha gente come Chiellini, Benatia e Barzagli che in questo momento offrono più garanzie. Quanto basta, perlomeno, ad Allegri per non schierarlo mai nelle partite che contano. E così la crescita diviene complicata: una cosa è affrontare, con tutto il rispetto, Chievo e Genoa. Un’altra è giocare con il Tottenham.

Problemi di personalità

Senza questi “esami” è complicato capire quale sia il vero valore del ragazzo. D’altra parte le scelte di Allegri sono indicative: se non consegna al giovane, ma non più giovanissimo (quasi 24 anni) le chiavi della difesa avrà un motivo. Troppi indizi per più prove. Rugani gioca solo le partite considerate “facili”. Inizia anche a crollare l’idea che Allegri lo voglia proteggere. Anche se storicamente il tecnico è restio a concedere fiducia totale e incondizionata ai giovani, è il momento di capire cosa sarà di lui, forse stanco di vivere in naftalina fra panchina e tribuna.

Futuro lontano da Torino?

Rugani, agli altri, piace moltissimo: specialmente in Inghilterra, dove Arsenal e Manchester United sono pronte a mettere sul piatto 40 milioni di euro. In questo senso giugno sarà decisivo. L’anno prossimo rientra anche Caldara e ora c’è di mezzo anche Romagna. Se la Juve ha fiducia in Rugani, ha tre centrali di difesa su cui programmare i prossimi 10 anni. E attenderà il rientro alla base del giovane difensore in forza all’Atalanta e aggiungerà quello del Cagliari per decidere su chi puntare. E allora, sì, potrebbe essere proprio Rugani a lasciare la Juventus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy