Jorginho, per il Napoli un capitale da blindare in tutti i sensi

Jorginho, per il Napoli un capitale da blindare in tutti i sensi

Il centrocampista italo-brasiliano è apparso un po’ sotto tono nelle ultime apparizioni e c’è da tenere sotto controllo l’interesse del Manchester United, con Mourinho che vuole portarlo in Premier League.

di Mattia Deidda

Inizia la parte finale di stagione, il Napoli comincia a fare qualche calcolo. Fuori dalla Champions League e dalla coppa Italia, gli ultimi due obiettivi rimasti sono il campionato e l’Europa League. La priorità, come è stato dimostrato più volte da inizio stagione, è il campionato. Con Milik fuori dai giochi, Sarri non ha potuto controllare a suo piacimento il minutaggio di Mertens ed Insigne. Una mancanza che non ha intenzione di ripetere con il centrocampo, ed in particolare con Jorginho. L’italo-brasiliano è apparso in leggero calo nelle ultime uscite, ed il tecnico ha in panchina il giocatore giusto per poterlo sostituire.

Il metronomo della squadra

Uno dei migliori calciatori del Napoli da inizio stagione. Nel calcio moderno, uno dei ruoli più complicati da trovare è il centrocampista centrale in grado di ricoprire il ruolo del regista. Con l’italo-brasiliano il Napoli può stare tranquillo. Qualità tecnica elevata e velocità di pensiero: ogni palla partenopea passa dai suoi piedi, è lui a decidere quando alzare il ritmo di gioco o provare a gestire il pallone in attesa del varco giusto. Titolare indiscusso della squadra, nelle ultime uscite è apparso un po’ in affanno: con 25 partite giocate, è solamente a sei gettoni dall’uguagliare le presenze raccolte la passata stagione (31), con ancora quindici giornate di campionato da giocare ed un cammino in Europa League da vivere. In Europa, comunque, difficilmente scenderà in campo: Sarri ha deciso, e in questa stagione nulla è più importante del campionato. In Champions League, ad esempio, Jorginho è stato fatto accomodare in panchina nella metà degli incontri disputati.

Spazio alle seconde linee

Con Napoli-Lazio alle porte, difficilmente Sarri inizierà a regalare minuti di riposo a Jorginho dalla prossima giornata, ma dopo l’impegno contro i biancocelesti il tecnico si vedrà costretto a fare qualche calcolo. Dopo gli uomini di Inzaghi, i partenopei affronteranno SPAL, Cagliari, Roma e Inter. L’idea, probabilmente, è quella di ricopiare le scelte del girone di andata, dove l’italo-brasiliano è stato fatto riposare nella gara contro la SPAL, per permettergli di recuperare e preparasi al meglio per due match di alta classifica. In panchina è pronto a prendersi il suo spazio Diawara, cambio fisso di  Jorginho, nella speranza che nel momento del turnover, si senta il meno possibile la mancanza dell’ex Verona. Che comunque è anche nelle mire del Manchester United di Mourinho, che ha trovato nell’italo-brasiliano il regista ideale per la sua squadra. L’agente del giocatore del Napoli ha incontrato i rappresentanti del club inglese. Se ne riparlerà a giugno. Nel frattempo, meglio blindare il giocatore. In tutti i sensi, sia preservandolo in campo che dalle sirene della Premier.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy