Joao Felix, la stella nascente del Portogallo che è stata scartata dal Porto per…”corporatura esile”

Joao Felix, la stella nascente del Portogallo che è stata scartata dal Porto per…”corporatura esile”

Mentre le big europee fanno a pugni per cercare di aggiudicarsi il brillante talento portoghese Joao Felix, il Porto si morde le mani: qualche hanno fa i Dragoni lo hanno scartato per via della corporatura sottile.

di Redazione Il Posticipo

Sono tanti, tantissimi i bambini che cullano il sogno di diventare dei calciatori. Per molti di loro rimane un sogno: si accorgono di non avere talento o comunque di non averne abbastanza e decidono di continuare a giocare solo con gli amici oppure di diventare ‘soltanto’ degli spettatori. Altri il talento ce l’hanno, ma per qualche motivazione fisica, sono stati scartati dai settori giovanili di alcune squadre. Poi, però, con un po’ di fortuna, arriva sempre chi ci vede più lungo e, finalmente, la carriera può cominciare. È questo il caso di Joao Felix, stella nascente del Benfica che è stato scartato dal Porto perché troppo esile. E ora i dragoni possono mordersi le mani.

BREVE STORIA – A sette anni Joao Felix veniva ingaggiato tra i baby campioni del Porto, dove rimarrà fino ai 14 anni. Da lì in poi, all’adolescente Felix viene data una ragione per incupirsi: come riporta O Jogo, il Porto lo lascia andare per via della sua corporatura “troppo esile”. Il talento, però, si nota già e il ragazzo fa benissimo a non scoraggiarsi tanto che il Benfica fiuta l’affare e se lo porta in casa. Tempo di ambientarsi e comincia a fare scintille in seconda squadra finché la tentazione di portarlo tra i grandi è stata irresistibile per l’allenatore. In campionato, oggi, il diciannovenne vanta 20 presenze stagionali nelle quali ha messo a segno 10 gol e realizzato anche 5 assist. Insomma, niente male per uno ‘smilzo’!

IL NUOVO… – Tra l’altro, l’incauto selezionatore del Porto che ha deciso di lasciarselo scappare ha dimenticato che una storia simile (non proprio uguale) suona come già sentita. E se in patria alcuni chiamano Joao Felix il “nuovo Ronaldo”, il fatto che una squadra lo abbia scartato per ragioni fisiche potrebbe renderlo più il “nuovo Messi”. Ora, il Porto non può fare altro che mordersi le mani e forse arrivare ai gomiti, anche perché per il ragazzo in questione, la maggior parte delle grandi squadre d’Europa stanno per intavolare una vera e propria guerra di assegni, procuratori e penne lanciate per ottenere una firma. Su di lui, infatti ci sono gli occhi di Real Madrid, Manchester United, Barcellona, Liverpool e Bayern Monaco, insomma, non proprio delle squadre che tendono a badare a spese. E alla corporatura di chi si dimostra un giovane campione…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy