Isco tace, un suo amico no: “Solari, piccolo assassino del calcio…”

Isco tace, un suo amico no: “Solari, piccolo assassino del calcio…”

Lo spagnolo, in panchina ma inutilizzato, stavolta si tiene alla larga dalle polemiche. Ma un suo amico su Instagram fa comunque in modo che si continui a discutere della rottura tra il calciatore e Solari…

di Redazione Il Posticipo

Stavolta Isco pare avere imparato la lezione. Niente post polemici, niente “mi piace” destinati a scatenare un inferno. Evidentemente il Real si è fatto sentire con l’ex Malaga, che nella serata che con tutta probabilità segna la fine (o perlomeno il punto piu basso) della sua avventura con la Camiseta Blanca, tace. Non si può però dire lo stesso di un suo amico, Aitor Costa. A cui il Real non può certo mettere il bavaglio e che quindi, come riporta Marca, dice la sua sulla situazione che coinvolge lo spagnolo, ormai ultima scelta conclamata nelle rotazioni di Solari, anche dietro al giovane Cristo.

ATTACCO – E non sono certo complimenti per il tecnico, considerato ovviamente il principale responsabile dell’annata orribile che sta vivendo Isco. Di conseguenza Costa, che nelle tante foto sul suo profilo Instagram chiama spesso il calciatore del Real “fratello”, si lancia in un attacco frontale all’allenatore dei Blancos: “Solari capisce di calcio come io capisco di ingegneria. Piccolo assassino del pallone, il tuo nome non lo conosce nessuno”. Insomma, non proprio il modo migliore, eventualmente, per provare a ricucire il rapporto tra tecnico e calciatore. Che stavolta ha taciuto, ma che agli occhi di Solari può avere tranquillamente parlato per interposta persona…

9F0D6A72-CB35-49E6-860E-DA63EDDA0CE4

FINALE – Come va a finire questa storia? Secondo i quotidiani spagnoli, male. O almeno con l’addio di Isco al Bernabeu, per recarsi in lidi dove il suo talento può essere apprezzato. Juventus e Manchester City le due destinazioni più quotate per l’ex Malaga, che a questo punto non sembra assolutamente destinato a continuare la sua avventura a Madrid. A ben vedere, un’altra vittima collaterale dell’addio di Zidane, che vedeva nello spagnolo un calciatore importante, ma che lasciando la panchina del Real lo ha…mollato in mezzo alle intemperie. E il naufragio continua, non senza qualche onda anomala tra social e mezzi di comunicazione. Anche quando Isco, in fondo, non dice proprio nulla.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy