Inter, fra trattative e alleanze

Inter, fra trattative e alleanze

L’Inter cerca nuove alleanze in vista del mercato. In questa ottica Ausilio starebbe stringendo con il Bologna per Verdi, dando in cambio giovani che interessano ai rossoblu.

di Redazione Il Posticipo

L’Inter deve rifarsi il look, specialmente sulle fasce. E in questa ottica Ausilio avrebbe trovato l’interlocutore perfetto. Il Bologna potrebbe risolvere molti problemi all’Inter. E viceversa. Sia dal punto di vista tecnico che finanziario. Si profilerebbe una maxioperazione che renderebbe tutti felici. L’Inter, che avrebbe Verdi e Masina, due esterni preziosissimi. Il Bologna che si gioverebbe di giovani talenti e anche di Dalbert. Il tutto muovendo meno liquidità possibile, in modo che sorrida anche la UEFA.

VERDI, SOSTITUTO IDEALE DI CANDREVA – Verdi è il profilo perfetto: trova la via della rete e la spiana ai compagni. Nell’impianto di gioco dell’Inter la sua presenza sarebbe fondamentale, sia per le capacità realizzative che come uomo dell’ultimo passaggio. Fra l’altro compenserebbe una lacuna. L’Inter non ha il calciatore di punizioni. E Verdi, come ha già ampiamente dimostrato, è uno che mette la palla dove vuole con entrambi i piedi. Al netto delle qualità tecniche, Spalletti ne apprezza la capacità di rincorrere l’uomo e disimpegnarsi con eguale disinvoltura in entrambe le fasce. Insomma, promosso. Resta da capire come arrivarci.

ALLEANZA CON I ROSSOBLÙ: ANCHE MASINA – I rapporti con il Bologna sono buoni e potrebbero diventare ottimi complici le esigenze di mercato di entrambe. L’Inter non ha bisogno solo di un’esterno alto, ma anche di un terzino sinistro. Dalbert ha ampiamente deluso le attese e, al netto delle dichiarazioni d’amore, potrebbe proseguire la carriera lontano da Milano. In questo senso Bologna è la piazza ideale. Sotto le due torri troverebbe un ambiente ideale per crescere e prendere confidenza con il calcio italiano. In cambio l’Inter prenderebbe Masina, un buon interprete del ruolo. Sostituto ideale di Asamoah, ormai virtualmente nerazzurro. Masina è mancino, con personalità e gamba. Niente di eccezionale, ma un calciatore di rendimento che offre grandi garanzie se dovesse essere chiamato in causa. Nella doppia operazione l’Inter potrebbe ottenere un forte sconto. O addirittura far giungere il ragazzo a costo quasi zero.

IN CAMBIO: KARAMOH, DALBERT, PINAMONTI E ODGAARD – Ausilio avrebbe in mente una maxi operazione da…pulmino in considerazione della minicomitiva in predicato di raggiungere l’Emilia. Del resto il Bologna ha bisogno di rifondare e l’Inter di valorizzare i propri giovani e trarne profitto. In gergo, si definisce “trading”. Scommettere sul valore del giovane e se si alza, rivenderlo o trattenerlo. In questo caso l’Inter ha diverse “pedine” da muovere. Odgaard e Pinamonti, promettentissimi negli ultimi sedici metri, laddove il Bologna ha avuto gravi difficoltà. E volendo, anche Karamoh. Una maxi operazione di restyling che conviene a tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy