Insigne spaventa il Napoli?

Insigne spaventa il Napoli?

Un commento ad una foto con Sepe e Hysaj agita i sonni del Napoli. A chi si riferiva Insigne? Ai due compagni o a sè stesso?

di Redazione Il Posticipo

Insigne spaventa Napoli? Tutto nasce da una foto con gli amici del cuore: Sepe e Hysaj. Il commento? “Ultima trasferta insieme: vi voglio bene”. Che cosa significa questa frase sibillina? L’esterno basso e il portiere di riserva sono in mezzo a diverse trattative di mercato. Sepe in particolare sembra in procinto di lasciare l’azzurro. Insigne però ha scritto “vi”. Non “ti”. Quindi i casi sono due: o anche Hysaj è destinato altrove, oppure anche Insigne ha delle offerte.

HYSAJ – A rigor di logica, tutto lascia credere che sia Sepe che Hysaj possano lasciare Napoli. La procedura è molto semplice: l’esterno basso è in tutto e per tutti un uomo di Sarri. E senza il “suo” tecnico, potrebbe risentire del cambiamento. O seguire il tecnico di Figline. L’albanese non è un grande giocatore, ma è indispensabile per il gioco di Sarri. Conosce a memoria i meccanismi e non sbaglia mai i tempi di gioco. Ma privato del “sarrismo” è un giocatore che può essere venduto, sfruttandone la valorizzazione del cartellino.

STANCO – E se Insigne parlasse di se stesso? Il numero 24  ha un contratto rinnovato da poco (e senza clausola) e la speranza di tutti è che il calciatore riesca a digerire delusioni ed amarezze accumulate in questo finale di stagione. Un periodo non facile: Insigne soffre più degli altri le difficoltà. Nelle ultime giornate è stato uno dei più lucidi in campo, ma quando il Napoli non ottiene risultati, Lorenzo il Magnifico è sempre al centro delle attenzioni, non sempre piacevoli, del pubblico. Il malumore del numero 24 nelle ultime partite casalinghe è apparso evidente. Insofferente o stanco?

DUBBI – Nel calcio le situazioni cambiano. Quanto basta per alimentare un duplice scenario: poco importa del contratto appena rinnovato. Insigne sarebbe titolare in molti top club d’Europa. Abbastanza per pretendere un rinnovo faraonico? L’alternativa è un futuro lontano da Napoli. Una soluzione difficile ma non impossibile da immaginare, anche in considerazione del probabile addio di Sarri. L’ultima parola spetta sempre al calciatore, che potrebbe chiarire lo scenario, magari spiegando cosa significasse quella frase. Perdere, in un colpo solo, scudetto e trascinatore sarebbe troppo per una tifoseria già provata da un amarissimo finale di campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy