Insigne, quale futuro se scegliesse Raiola? Re a Napoli o Pascià altrove?

Insigne, quale futuro se scegliesse Raiola? Re a Napoli o Pascià altrove?

Ottaiano, procuratore dei fratelli Insigne, è stato squalificato per quattro mesi. Per Lorenzo, adesso, si aprono due scenari: rimanere con il suo agente o cambiare. E Mino Raiola può essere sempre in agguato…

di Mattia Deidda

La stagione della consacrazione. Insigne si prende Napoli ed il Napoli, ancor di più di quanto non avesse già fatto fino ad ora. Il numero ventiquattro si è caricato la squadra sulle spalle, dimostrando di poter essere un giocatore in grado di fare la storia del club. Nel calcio, però, le situazioni possono cambiare nell’arco di un giorno, e proprio come una partita, anche la carriera di un calciatore può variare a seconda di un episodio. Ottaiano, procuratore dei fratelli Insigne, è stato squalificato per quattro mesi per aver riportato una firma contraffatta sul contratto di Roberto Insigne. Per Lorenzo, adesso, si aprono due scenari: rimanere con Ottaiano (che ne ha la procura fino al 2019) o procedere con la disdetta (ipotesi possibile, visto il livello del calciatore in questione). I migliori procuratori in circolazione, ovviamente, sperano nell’ultimo scenario. È il caso di Raiola, che amerebbe avere l’ennesimo giocatore di livello tra i suoi assistiti.

Insigne: Re a Napoli…

Nel caso in cui veramente Raiola si facesse avanti e riuscisse a convincere Insigne, la società partenopea non potrebbe dormire sonni tranquilli. Poco importa del contratto appena rinnovato: il modus operandi di Raiola si conosce bene. Un calciatore forte, in un anno in cui ha dimostrato (nuovamente) tutte le sue qualità, merita un contratto da top player in linea con gli standard europei. Insigne, senza esagerare, è uno dei migliori esterni in circolazione, titolare in una delle migliori squadre d’Europa. Con ogni probabilità, nel caso ottenesse la procura di Insigne, Raiola chiederebbe nell’immediato un rinnovo faraonico del contratto; sulla scia dell’esperienza già vissuta con Donnarumma, che al termine delle trattative è arrivato a guadagnare 6 milioni di euro netti a stagione.

…o Pascià altrove?

L’alternativa, come è facile intuire, è portare il calciatore lontano da Napoli, dove sicuramente ci sono squadre importanti vogliose di accogliere Insigne in rosa. Spagna e Francia i Paesi più probabili: Real Madrid, Barcellona e Paris Saint-Germain sono alla costante ricerca di grandi colpi di mercato in grado di infiammare i propri tifosi. In squadre di questo calibro, Raiola non avrebbe problemi a trovare qualcuno disposto a fare una follia per aggiudicarsi le prestazioni del folletto napoletano. Specie considerando come già questa estate, il Napoli abbia rinunciato ad offerte importanti per Lorenzo il Magnifico, seguendo un sogno chiamato Scudetto. L’ultima parola, comunque, spetta sempre al calciatore, che potrebbe limitare ogni scenario possibile rimanendo con il suo procuratore attuale, nonostante la squalifica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy