Incredibile Nagelsmann: dal tedesco arriva un rifiuto…Real!

Incredibile Nagelsmann: dal tedesco arriva un rifiuto…Real!

Secondo la Bild, il Real Madrid avrebbe sondato il giovanissimo tecnico dell’Hoffenheim per sostituire Zinedine Zidane sulla panchina del Bernabeu. Ma la società spagnola si sarebbe trovata di fronte a un poco immaginabile rifiuto.

di Redazione Il Posticipo

La parola data è importante. E Julian Nagelsmann, pur avendo solo trent’anni, in questo sembra essere davvero un uomo all’antica. Oppure non si spiegherebbe altrimenti il retroscena raccontato dalla Bild. Secondo la testata tedesca, il Real Madrid avrebbe sondato il giovanissimo tecnico dell’Hoffenheim per sostituire Zinedine Zidane sulla panchina del Bernabeu. Ma la società spagnola si sarebbe trovata di fronte a un poco immaginabile rifiuto. Cosa avrebbe spinto l’allenatore tedesco a dire di no alla Casa Blanca? La promessa fatta alla società che lo ha catapultato tra i grandi nel 2016 che non si sarebbe mosso dalla Wirsol Rhein-Neckar-Arena. O almeno, non in tempi brevi.

VEGGENTE? – E persino il fascino del Real e la consapevolezza di potersi prendere a trent’anni una panchina che molti colleghi sognano per una vita avrebbe fatto vacillare Nagelsmann. Che pure nel 2017 aveva dichiarato a Sport1, tra il serio ed il faceto, che solamente la chiamata della Real Casa lo avrebbe convinto a chiedere all’Hoffenheim di essere lasciato libero. “Certo, se domani mi dovesse chiamare il Real Madrid chiederei al club di lasciarmi andare, ma non mi chiamerà il Real“. E invece secondo la Bild l’impossibile sarebbe accaduto, in tutti i sensi. Dire di no al club più importante del mondo sembra follia, ma a questo punto va considerato che il giovanissimo tecnico possa avere una propria agenda alla quale non ha intenzione di derogare.

NON ORA – Del resto, il Real è in ottima compagnia tra le grandissime rifiutate da Nagelsmann. Prima dei Blancos sarebbe toccato al Bayern e al Borussia Dortmund, oltre che all’Arsenal. Ma nessuno è riuscito a fare breccia nel cuore del tecnico tedesco, che a questo punto (a meno di sorprese ancor più clamorose) si prepara alla Champions League con il suo Hoffenheim. Poi si vedrà, perchè il contratto che lo lega al club del Baden-Württemberg scade nel 2021, ma ci sarebbe una clausola che dalla prossima stagione gli permetterebbe di sedersi al tavolo con altri club. Non ora, però. Quest’anno si punta a fare la storia con il piccolo club di Sinsheim. E non ci sono proposte indecenti che tengano. Neanche se arrivano dal Real Madrid.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy