Incredibile Lula: l’ex presidente brasiliano commenterà il mondiale dal carcere!

Incredibile Lula: l’ex presidente brasiliano commenterà il mondiale dal carcere!

L’ex presidente del Brasile commenterà il Mondiale della Seleçao in diretta ed esclusiva per una televisione di San Paolo. Cosa c’è di strano? Beh, il luogo da cui lo farà: da dietro le sbarre.

di Redazione Il Posticipo

Ricordate Lula? L’ex presidente del Brasile commenterà il Mondiale della Seleçao in diretta ed esclusiva per una televisione di San Paolo. Cosa c’è di strano? Beh, il luogo da cui lo farà: da dietro le sbarre. Il politico, condannato lo scorso anno a dodici anni di carcere per riciclaggio di denaro e corruzione, sta scontando la sua pena nella casa circondariale di Curitiba. Ciò comunque non gli impedirà di offrire il proprio punto di vista sulla nazionale vedeoro a caccia del titolo e soprattutto della rivincita dopo il disastroso mondiale casalingo.

OPINIONISTA DI PUNTA – TVT, emittente di San Paolo storicamente vicina alle organizzazioni sindacali, ha deciso di contattarlo per le analisi su ciò che accade in Russia. I commenti saranno inseriti all’interno del programma “Papo con Ze Trajano”. Lo stesso Josè Trajano ha annunciato tramite i profili social del partito di Lula che l’ex presidente sarà l’opinionista di punta della trasmissione, faticando, e non poco, per convincere i follower che non stesse scherzando. La nuova esperienza per Lula inizierà, ovviamente, con la prima partita del Brasile, quella di domenica contro la Svizzera. E molti non vedono l’ora di capire come si svolgerà questa strana collaborazione.

COLLEGAMENTO – Anche perchè c’è un piccolo problema tecnico da superare per TVT. L’opinionista di punta è in carcere, quindi, tecnicamente, non può ricevere telefonate in cella. Dunque? Si risolve alle vecchie maniere: il detenuto scriverà di suo pugno le proprie impressioni in cella e la trasmissione le riporterà fedelmente. Lula, del resto, non è un novellino. La sua passione per il calcio è nota, così come la sua competenza. Fra l’altro, al netto del suo arresto, l’ex presidente è ancora un personaggio carismatico in Brasile. Basti pensare che il suo partito dei lavoratori sta pensando di ricandidarlo nonostante la condanna. E non sarebbe neanche un autogol. Sembra che l’ex leader del paese sudamericano goda ancora di molta stima fra i brasiliani, al punto di essere costantemente nelle zone alte dei sondaggi. E l’impressione è che questa nuova avventura possa renderlo ancora più popolare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy