Incisivi, ma non decisivi: quando i campioni hanno la sindrome da palcoscenico

Incisivi, ma non decisivi: quando i campioni hanno la sindrome da palcoscenico

In inglese sono definiti “big game bottlers”. Sono quei calciatori che segnano valanghe di gol o giocano campionati eccezionali, ma poi s’inceppano sui più bello. Al momento del grande salto, che sia una finale o la necessità di trascinare la squadra, vengono colpiti dal “piedino”…

di Redazione Il Posticipo

BIG GAME BOTTLERS

Lewandowski

In inglese sono definiti “big game bottlers”. Incisivi ma non decisivi: calciatori che segnano valanghe di gol o giocano campionati eccezionali, ma poi s’inceppano sui più bello. Al momento del grande salto, che sia una finale o la necessità di trascinare la squadra, vengono colpiti dal “piedino”. Equiparabile al braccino corto del tennista. Questione di testa, mentalità o semplicemente sfortuna? Quel che è certo è che anche talenti riconosciuti a livello mondiale, spesso hanno qualche problema a dimostrare il proprio valore nelle grandi occasioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy