Il volo di…Ighalo: dalla panchina dell’Udinese al Barcellona?

Il volo di…Ighalo: dalla panchina dell’Udinese al Barcellona?

Ighalo, meglio tardi che mai. L’attaccante nigeriano, che detiene un record del tutto particolare, ha la grande occasione della vita: potrebbe giocare nel Barcellona

di Redazione Il Posticipo

Toh chi si rivede: la favola di Odion Ighalo. D meteora dell’Udinese nel 2008 e altrettanto inutilizzato a Cesena due stagioni dopo, ad assoluta realtà del calcio spagnolo nel 2019. L’attaccante, secondo quanto riportato da Sport.es, sarebbe molto vicino ad indossare la maglia del Barcellona, alla caccia di un sostituto che possa rimpiazzare la partenza di Munir.

PRESCELTO – Il calciatore sarebbe entrato nelle grazie di Valverde per alcune peculiarità: al netto dei gol realizzati, piace la sua capacità di stare in campo e di muoversi nello spazio senza palla inserendosi con i tempi giusti. Una crescita esponenziale, e per certi versi imprevedibile, quella di un ragazzo esploso piuttosto tardi ma che, una volta trovata la confidenza con il gol, non ha più smesso. E così dopo due anni in Cina, potrebbe tornare in Europa dalla porta principale.

SPECIALISTA – Ighalo, negli anni, si è specializzato in…promozioni. In quel di Granada, è un idolo assoluto ed indiscusso, complici le sue reti che hanno permesso alla società spagnola di tornare in Liga. E nel 2015, con 20 reti in 35 partite han permesso al Watford di tornare in Premier League. L’esperienza in Cina, sebbene in un campionato meno competitivo, ha completato il profilo. Da specialista in promozione a…goleador.

RECORD – Ighalo, fra l’altro, detiene un personalissimo record. È l’unico calciatore ad essere andato in rete in tre campionati diversi ma con un comune denominatore: la famiglia Pozzo come proprietaria di tutte le società! Il calciatore ha segnato con l’Udinese, il Watford e il Girona. E adesso, a 29 anni, potrebbe accettare la sfida più importante della propria carriera. Per la serie, meglio tardi che mai. L’importante è credere in sé stessi. Come cantavano i tifosi del Watford, “Always believe in Ighalo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy