Il solito Barton, anche da allenatore: alla fine della partita lo aspetta…la polizia!

Il solito Barton, anche da allenatore: alla fine della partita lo aspetta…la polizia!

Di nuovo guai per Barton, che inizia la carriera di allenatore esattamente come aveva condotto quella da calciatore: perdendo i nervi e regalando al mondo del calcio delle immagini perlomeno particolari. Come quella di un allenatore atteso dalle forze dell’ordine!

di Francesco Cavallini

Joey Barton si prende, di nuovo, le prime pagine dei giornali. L’ex calciatore inglese, però, è fedele alle vecchie abitudini, e, come sempre, finisce in vetrina per eventi che, con il calcio, non hanno nulla a che fare. Attualmente allenatore del Fleetwood Town, squadra che milita nella Football League One, Barton, dopo la gara contro il Barnsley, è stato bloccato all’uscita dello stadio dalla polizia. L’accusa? Come riporta il Sun, aver aggredito l’allenatore avversario.

RECIDIVO – Una notizia particolare, ma alla quale risulta difficile non credere ad un primo impatto, conoscendo il passato di Barton. Secondo quanto riporta il tabloid, il tecnico del Fleetwood, uscito sconfitto per 4-2 dalla partita contro il Barnsley, avrebbe iniziato a litigare con Stendel, allenatore avversario, già nel tunnel a fine partita. Sempre secondo quanto riporta il Sun, Barton, dopo aver parlato animatamente con Stendel, lo ha seguito per la strada che porta agli spogliatoi, dove sarebbe avvenuta l’aggressione. La certezza è che Barton, in procinto di lasciare lo stadio su una macchina, è stato prontamente fermato dalla polizia, che si è gettata davanti l’auto per impedirne l’uscita.

barton

POLIZIA – A dare qualche notizia in più, ci ha pensato il Barnsley tramite un comunicato: “Il club può confermare che dopo la conclusione del match di oggi c’è stato un presunto incidente che ha preso luogo nell’area del tunnel, la polizia del South Yorkshire sta già investigando. Il club sta assistendo la polizia con le indagini e, di conseguenza, non può rilasciare ulteriori commenti in questo momento”.  A lasciare un commento, anche Woodrow, giovane attaccante del Burnsley, che utilizza Twitter per lasciare pochi dubbi sulla vicenda: “Prima di tutto avere un manager che può fisicamente aggredire un allenatore nel tunnel, facendo sanguinare il nostro manager in faccia, è disgustoso. Le persone come te non meritano un posto nel calcio, sei un folle”. Di nuovo guai, quindi, per Barton, che inizia la carriera di allenatore esattamente come aveva condotto quella da calciatore.

Schermata 2019-04-13 alle 22.01.22

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy