Il ritorno del…caschetto: Cech di nuovo al Chelsea in estate?

Il ritorno del…caschetto: Cech di nuovo al Chelsea in estate?

Petr Cech ha già dichiarato di essere pronto di appendere i guantoni al chiodo al termine della stagione ma una ex storica lo tenta: potrebbe tornare al Chelsea ma non da portiere, bensì come direttore tecnico.

di Redazione Il Posticipo

Per gli appassionati di calcio nati a cavallo della fine degli anni ’80 e ’90 ci sono poche certezze in questo sport: le regole, le principali squadre che si contendono l’Europa e il titolo e… Petr Cech. Ormai, agli occhi dello spettatore di calcio, il portiere ceco ha preso più o meno le sembianze di una quercia secolare: è sempre stato lì e sempre ci sarà. O meglio, così era fino a qualche mese fa quando il quasi trentasettenne dell’Arsenal ha comunicato la sua decisione di dare l’addio al calcio giocato. Oltre al caschetto, una delle caratteristiche che ha contraddistinto la sua carriera è quella di aver lasciato il Chelsea per andare a giocare per gli acerrimi rivali dell’Arsenal. Ora, però, secondo il Telegraph, i Blues gli starebbero preparando il tappeto (non rosso, per carità) per un ritorno.

NON COME PORTIERE – No, Cech non dovrebbe tornare a difendere i pali della squadra di Stamford Bridge, cosa che ha già fatto per 11 anni, ma pare che la società di Abramovich gli stia tenendo libera la poltrona del direttore tecnico. In realtà è già un po’ di tempo che quella poltrona è vuota: sono ormai due anni che l’ex direttore tecnico, Michael Emenalo ha lasciato la squadra e forse, il possibile arrivo di Cech andrebbe a riempire una posizione troppo importante per per rimanere vacante.

I COMPITI – Secondo il Daily Mail, il leggendario portiere gode ancora di una enorme considerazione da parte del magnate russo, così come faceva ai tempi della sua militanza nel club. Oltre agli scarsi risultati e lo scarso feeling creatosi con Sarri e la sua filosofia di calcio, i tifosi del Chelsea hanno lamentato la scarsa identità di squadra anche a livello societario: molti speravano in un coinvolgimento di personaggi del calibro di John Terry, Frank Lampard e Didier Drogba e l’arrivo del portiere che con questi ultimi ha condiviso tante vittorie potrebbe andare incontro anche a questa esigenza dei tifosi oltre che ad alleggerire il carico di lavoro di Marina Granovskaia. Chissà se, come mostrato qualche mese fa dal videogioco FIFA, anche ricoprendo una carica manageriale, Cech continuerà ad indossare il caschetto che oltre al suo talento l’ha reso famoso in tutto il Mondo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy