Il PSG ha un alleato in più per trattenere Mbappé: si tratta… della Nike

Il PSG ha un alleato in più per trattenere Mbappé: si tratta… della Nike

Il Paris Saint-Germain non è una società che si fa molti problemi a concedere ingaggi da urlo ai propri tesserati ma deve comunque sottostare alle norme del Fair Play Finanziario. Ecco che arriva una mano dalla Nike.

di Redazione Il Posticipo

Il calciomercato di oggi si avvicina sempre di più a una vera e propria guerra finanziaria. In parte per andare incontro ai club con minori disponibilità economiche, in parte per cercare di ridurre la competizione a una battaglia tra i soli più ricchi, la UEFA ha introdotto la norma del Fair Play Finanziario. Una squadra, quindi, a prescindere da quanto sia ricco il proprio presidente, deve far quadrare i conti in un certo modo per potersi permettere di fare ulteriori investimenti sulla squadra. Un esempio di colosso calcistico-economico che sta incontrando qualche ostacolo è il Paris Saint-Germain. C’è voglia di rinnovo per Mbappé e Neymar ma bisogna fare a modo che il monte ingaggi non superi una certa soglia. Ora però, spunta una soluzione grazie alla… Nike.

ACCORDI – Il colosso dell’abbigliamento sportivo, stando a quanto riporta il quotidiano spagnolo As, sarebbe disposto ad aumentare la cifra di sponsorizzazione corrisposta al club per permettere ad Al-Khelaïfi e soci di poter garantire al giovane campione francese un rinnovo contrattuale a cifre stratosferiche senza violare i limiti imposti dal FFP. Le cifre esatte dell’accordo non sono trapelate ma il quotidiano iberico riporta che potrebbero avvicinarsi ai 100 milioni. Alla Nike cosa torna in tasca? Beh, il marchio dell’Oregon vede in Mbappé un ottimo veicolo di pubblicizzazione del marchio primario dal punto di vista calcistico e del marchio più “urban”, ossia la Jordan, per quanto riguarda lo stile preferito d’abbigliamento del francese.

MOTIVI – Cosa comporta? Beh, per capirlo bene bisogna consultare alcuni rotocalchi sportivi recenti. Sono ormai diverse le fonti che parlano di un interessamento al francese da parte del Real Madrid. Del resto, la società francese può garantire al ragazzo valanghe di soldi ma, almeno per il momento, non può garantirli il prestigio internazionale e l’abitudine a vincere la Champions League, obiettivo di tutti i giocatori, figuriamoci quelli del calibro di Mbappé. Quindi, il rinnovo a che serve? Beh, il rinnovo di Mbappé oltre ad aumentargli lo stipendio sembra proprio fatta su misura per arginare le fantasie di Florentino Perez. Proprio come l’accordo con la Nike, il contratto del neo-campione del mondo scadrebbe nel 2022 ma pare che si voglia rinnovare prima proprio per motivi strategici.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy