Il Piccolo Diavolo ha un grande amico, Godin sponsorizza Griezmann: “Ingiustizia se non vincesse il Pallone d’Oro”

Il Piccolo Diavolo ha un grande amico, Godin sponsorizza Griezmann: “Ingiustizia se non vincesse il Pallone d’Oro”

Il centrale uruguaiano dell’Atletico Madrid “propone” il suo compagno di squadra come vincitore del Pallone d’Oro. Spinta che però potrebbe non bastare…

di Redazione Il Posticipo

Chi trova un amico trova un tesoro. A meno di un mese dalla consegna del Pallone d’Oro è iniziata la “campagna” elettorale. I compagni di squadra spingono per i loro colleghi. Anche se in questo caso il rapporto va ben oltre la semplice condivisione dello spogliatoio. Godin, come riporta il Mundo Deportivo, candida Griezmann. Che per il centrale della Celeste è molto più di un semplice…collega di lavoro.

NOMINATION – Il difensore uruguaiano ha speso parole al miele per il compagno di squadra: a suo avviso il Piccolo Diavolo sarebbe un degnissimo vincitore del Pallone d’Oro. In questo senso il centrale dell’Atletico elenca i titoli curriculari di Griezmann. “Spero che vinca, perché, oltre a meritarselo per come gioca a calcio, ha anche vinto tutto in questa stagione. Ciò che ha fatto con l’Altetico e la nazionale è sotto gli occhi di tutti e non consegnarli questo riconoscimento sarebbe una grave ingiustizia. Certo, ci sono anche altri grandi calciatori in nomination e credo che anche loro abbiano le loro ragioni per sperare nella vittoria finale. Sono rispettoso del giudizio altrui e posso anche capire le motivazioni, ma penso e spero che Antoine possa vincere”.

DIFFICILE – Nonostante la “spinta” del suo migliore amico, non è affatto detto che Griezmann solleverà il trofeo. Il calciatore francese non ha mai negato che sogna di vincere il premio e si è anche esposto a diverse polemiche, quando si è dichiarato degno di “sedersi nello stesso tavolo” di Messi e Ronaldo. La sensazione è che comunque non possa essere lui il prescelto. Di certo sarebbe molto strano che un premio francese, nell’anno in cui la nazionale festeggia il suo secondo titolo mondiale, metta da parte uno dei protagonisti della cavalcata trionfale di Russia 2018 e che è salito sul tetto d’Europa, sebbene in…periferia. Altrettanto innegabile, però, che il fatto che un campione del mondo non sia stato preso in considerazione per la vittoria del The Best qualche brutto presagio lo può indicare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy