Il messaggio di Sarri a Klopp: “Io l’anno scorso pensavo di essere stato sfortunato, ma…”

Il messaggio di Sarri a Klopp: “Io l’anno scorso pensavo di essere stato sfortunato, ma…”

A margine dell’ultima partita stagionale di Premier del suo Chelsea, il tecnico toscano ha avuto un pensiero per Jürgen Klopp. Il tedesco continua con la sua particolarissima serie di sfortune e Sarri…non può che fraternizzare con lui, anche viste le similitudini…

di Redazione Il Posticipo

Per un punto Martin perse la cappa e Klopp…la Premier. Anzi, a ben vedere è tutta questione di una manciata di millimetri, per la precisione undici. Quelli del pallone calciato da Manè contro il City che non è voluto entrare in porta, con la complicità di un miracoloso intervento sulla linea da parte di Stones. E quindi, pur avendo accumulato così tanti punti da vincere praticamente quasi tutti i campionati precedenti, i Reds dovranno riprovarci l’anno prossimo, quando la “maledizione” segnerà trent’anni. I record, dunque, non sono tutto nella vita. E superare tutti i Liverpool precedenti non basta, quando davanti ci si trova un rullo compressore.

SIMILITUDINI – Ricorda qualcosa? Ai tifosi del Napoli e a Maurizio Sarri certamente sì. Nella scorsa stagione, gli azzurri hanno lottato praticamente fino alla fine con la Juventus di Allegri, arrivando oltre quota 90 e demolendo il primato societario precedente. Eppure, anche con 91 punti in classifica, c’è stato chi è stato in grado di fare meglio. Sarà forse per questo che, a margine dell’ultima partita stagionale di Premier del suo Chelsea, il tecnico toscano ha avuto un pensiero per Jürgen Klopp? Il tedesco continua con la sua particolarissima serie di sfortune (solo a Liverpool, oltre a un campionato sfuggito, ci sono anche due finali europee, una di Champions e una di Europa League, perse) e Sarri…non può che fraternizzare con lui, come riporta il Liverpool Echo.

“LO CAPISCO” – “In Inghilterra ogni partita è complicata ed è tutto molto competitivo, perchè la Premier League è il miglior campionato del mondo. Mi viene in mente Jürgen Klopp. Perchè essere in grado di fare 97 punti in Premier League senza vincere il campionato, beh, è una cosa difficile da accettare. Io pensavo di essere stato sfortunato l’anno scorso, quando con il Napoli siamo arrivati secondi con 91 punti, ma ora posso capire molto bene come si può sentire Klopp”. Tutto vero. Anche perchè entrambi avranno l’opportunità di sollevare il primo trofeo da allenatori di Premier in una finale europea. E chissà che anche in quel caso i due non siano uniti da un destino comune…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy