Il futuro di Iniesta? Pagare le bollette!

Il futuro di Iniesta? Pagare le bollette!

Il futuro di Don Andres Iniesta? Al momento, un punto interrogativo. Ma visto che andrà all’estero, suo padre mette già in chiaro qualcosa: la bolletta del telefono la paga l’Illusionista.

di Redazione Il Posticipo
iniesta pallone d'oro

Il futuro di Don Andres Iniesta? Al momento, un punto interrogativo. Di certo però, l’Illusionista non giocherà più in Spagna. Impossibile per il numero 8 anche solo pensare di sfidare il suo Barça. Quindi, trasferimento all’estero. E in famiglia, come si fa? Semplice. Ci si telefona. E se la nuova squadra di Iniesta sarà in Cina o in Giappone, le bollette chi le paga? Ovviamente, Don Andres. Parola di papà José Antonio. “Sarà un po’ diverso, perchè adesso le nostre famiglie vivono a un chilometro di distanza. Però noi andremo a trovare Andres e lui verrà a trovare noi. E gli manderò la bolletta del telefono, perchè già sappiamo che non possiamo vivere gli uni senza gli altri…“.

FAMIGLIA – Il padre del centrocampista spagnolo parla alla testata francese Barça Inside e racconta il lato più personale di Iniesta, quello che le telecamere sul campo non riescono a cogliere. Come si affronta, ad esempio, la vita familiare con un campione dentro casa? “Dal di fuori il pubblico vive la sua figura in un’altra maniera, ma per noi è semplicemente Andres che viene a trovarci. Lo vediamo e lo trattiamo come un figlio, come sua sorella o i nostri nipoti. Non facciamo caso ai titoli che ha vinto. Dentro casa si ride, si scherza, si litiga. E la notorietà di Andres non ha cambiato nulla“. E a proposito di famiglia, l’azienda vinicola conterà qualcosa nelle scelte di Iniesta? “Se grazie alla sua nuova squadra ci sarà la possibilità di espandere l’attività in Cina, negli USA o in Australia, perchè no? Ma non sarà imposto nulla sul suo contratto“.

RITORNO? – Una domanda però si pone. Perchè rinnovare il contratto a fine 2017 con un accordo…a vita per poi andare via dal Barcellona? Che senso ha legarsi per sempre a un club per poi lasciarlo neanche un anno dopo? Iniesta senior dà il suo punto di vista sulla questione. “Si tratta di un contratto con cui il Barça ha dimostrato la sua fiducia con Andres, dicendogli che sarebbe stato lui a decidere se e quando andarsene. Con un contratto triennale, ad esempio, c’è sempre una pressione. In questa maniera invece il Barça si è fidato di Andres, sapendo che avrebbe preso la miglior decisione per se stesso e per il club“. E quindi c’è la possibilità di rivedere Iniesta in blaugrana? Ovvio, risponde papà José Antonio. “Le porte per lui saranno sempre aperte e sarà sempre a disposizione del Barça, se dovessero chiamarlo. È la SUA squadra“. E soprattutto, con Don Andres di nuovo a Barcellona, le bollette del telefono di certo sarebbero più leggere. Una scelta…che converrebbe a tutti!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy