Il Ferguson argentino: Pablo Vicó, l’allenatore che vive nello stadio del suo club

Il Ferguson argentino: Pablo Vicó, l’allenatore che vive nello stadio del suo club

In bacheca non avrà tredici Premier League e due Champions League, ma in quanto a fedeltà al club il tecnico se la batte con Sir Alex. E all’Estadio Lorenzo Arandilla, Vicó è di casa…nel vero senso della parola.

di Redazione Il Posticipo

Lo chiamano tutti Don Ramon, perchè somiglia all’omonimo personaggio di un telefilm famosissimo in tutta l’America Latina. Ma volendo fare un paragone forse azzardato, il soprannome giusto per Pablo Vicó, allenatore del Brown de Adrogué, sarebbe “il Ferguson argentino”. Certo, in bacheca non avrà tredici Premier League e due Champions League, ma in quanto a fedeltà al club il tecnico se la batte con Sir Alex. Vicó, riporta Marca, siede sulla panchina della sua squadra dal 2009, ma è al Brown da oltre vent’anni, avendo nel frattempo ricoperto il ruolo di custode, prima di essere scelto come allenatore per la sua profonda conoscenza del club. Insomma, una persona che all’Estadio Lorenzo Arandilla è di casa…nel vero senso della parola.

CASA E LAVORO – Già, perchè Vicó all’interno dell’impianto…ci vive. Una abitazione spartana di venti metri quadri, ovviamente quella del custode. Quanto basta per dormire e per avere un po’ di privacy, visto che la sua cucina è la mensa del club. “È il posto ideale per me, è molto vicino al lavoro“, scherza il baffuto allenatore. Che da buon…padrone di casa e memore della sua vecchia mansione è sempre disponibile ad aiutare in ogni modo a tenere a posto quella che in fondo è la sua dimora. E quindi Vicó dipinge i muri, pulisce i pavimenti e dà una mano allo staff del club, soprattutto a chi lavora nella mensa societaria. Ma del resto, se deve essere un Ferguson, deve occuparsi davvero di tutto.

MEMORIA E FUTURO – Una storia apparentemente felice, ma che nasconde un velo di tristezza. “Alcune circostanze della mia vita mi hanno portato a questa situazione, al punto che per me è assolutamente normale vivere qui“. Nel 2015, riporta Marca, suo figlio Cristian è morto in un incidente d’auto e Don Ramon cerca di andare avanti con il lavoro per rispettare la sua memoria. A fargli forza c’è una foto di Cristian nella piccola abitazione. E di forza Vicó ne ha parecchia e l’ha trasmessa alla sua squadra. Che nonostante la differenza di categoria (Primera B Nacional contro Primera División) ha sconfitto il più quotato Independiente nei sedicesimi di Copa Argentina. E chissà, forse è ora di diventare davvero come Sir Alex. Del resto, chi vince la coppa nazionale ha assicurato un posto in Liberatadores. Un’occasione che un…vero Ferguson non si farebbe mai sfuggire!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy