Il dramma di Neuer: “Con una ricaduta avrei rischiato di smettere”

Il dramma di Neuer: “Con una ricaduta avrei rischiato di smettere”

Periodaccio alle spalle per il portiere del Bayern, che però non dimentica i postumi del brutto infortunio rimediato nel settembre 2017 che lo ha condizionato fino allo scorso Mondiale in Russia. L’estremo difensore ha rischiato grosso…

di Redazione Il Posticipo

Per Manuel Neuer è stata dura. Il portiere del Bayern ha trascorso buona parte del 2018 in tribuna: tutta colpa dei postumi della frattura al piede sinistro che si procurò nel settembre 2017 contro il Mainz. Dopo 8 mesi di stop forzato è tornato a giocare una gara ufficiale lo giugno scorso (l’amichevole Austria-Germania 2-1), ma ha rischiato grosso: una ricaduta infatti ne avrebbe compromesso la carriera. L’estremo difensore ha raccontato il suo dramma ai microfoni del giornale tedesco Sueddeutsche Zeitung, oggi che la sofferenza sembra finalmente alla spalle…

CHE RISCHIO – È stato un 2018 complicatissimo per il portiere, che ha temuto il peggio per l’infortunio al piede: “Con una ricaduta prima della Coppa del Mondo la mia carriera sarebbe potuta finire. Quest’anno tutto è stato un po’ al limite”. Il Mondiale è andato di traverso al 32enne del Bayern, che dopo la sfortunata campagna in Russia però ha ritrovato condizione e soprattutto continuità. Quest’anno infatti Neuer non ha perso nemmeno una partita (26 presenze tra Bundesliga, Champions League, Supercoppa tedesca e Coppa di Germania). E oggi il portiere non ha nessuna voglia di smettere.

OBIETTIVI – Neuer ha ritrovato il sorriso e un posto da titolare nel Bayern, dove dalla scorsa estate è arrivato il tecnico Kovac: “Ora non mi fa male niente e posso fare tutto di nuovo“. Come riportato da As, il portiere pensa di avere ancora molto da dare alla Germania, con cui ha vinto il Mondiale nel 2014: “Sono ancora molto affamato e ho bisogno di giocare in nazionale e vincere titoli”. Adesso Neuer punta agli Europei 2020: “La gente dovrebbe vedere una Germania che sia davvero attraente”. Dopo il disastro in Russia ci vuole poco…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy