Il CT portoghese e quell’errore con CR7: “Non avrei mai dovuto farlo giocare contro lo United…”

Il CT portoghese e quell’errore con CR7: “Non avrei mai dovuto farlo giocare contro lo United…”

A guidare CR7 e compagni nella finalissima di Nations League c’è Fernando Santos: CT della nazionale portoghese, campione d’Europa nel 2016 e l’uomo che ha lanciato Cristiano Ronaldo. Una scelta di cui, a distanza di oltre quindici anni, il tecnico…ancora si pente!

di Redazione Il Posticipo

Cosa serve a un allenatore per lanciare un giovanissimo? Intanto tanto fiuto, perchè non è detto che tutti quelli che fanno bene quando sono appena ragazzi poi diventino dei fenomeni. Poi parecchio coraggio, perchè spedire in campo un diciottenne può sempre esporre al rischio figuraccia. E infine un pizzico di fortuna. Se un tecnico si gioca bene le sue carte, può diventare celebre per aver creato un mito. Questa è la storia di Fernando Santos: CT della nazionale portoghese, campione d’Europa nel 2016 e l’uomo che ha lanciato Cristiano Ronaldo. Una scelta di cui, a distanza di oltre quindici anni, il tecnico…ancora si pente!

ERRORE – Strano ma vero, questo è ciò che racconta il selezionatore a poche ore dalla finalissima di Nations League, un match che può contribuire a quello che rischia di essere a tutti gli effetti un ciclo per la nazionale lusitana. Come riporta AS, Fernando Santos ricorda il giorno del 2003 in cui, da tecnico dello Sporting Lisbona, ha schierato il giovanissimo CR7 in un’amichevole contro lo United di Ferguson. Quello che ha fatto l’allora ragazzino in campo ha convinto lo scozzese a fare carte false per acquistare il ragazzino. E Santos questo lo sa. “Non avrei mai dovuto farlo giocare contro lo United. Mi sono ritrovato senza di lui per avergli concesso dei minuti”. Insomma, un errore in piena regola.

TRE O QUATTRO ANNI – Due assist per CR7 quel giorno: “Ed è stato lì che abbiamo capito quello che poteva diventare”. Ma purtroppo per lo Sporting, lo ha capito anche Sir Alex, che se lo è portato in Inghilterra. Certo, alla fine, viste le carriere di entrambi, Fernando Santos non ha molto di cui lamentarsi riguardo a ciò che gli ha dato CR7… Che, secondo il CT, può continuare ancora a lungo ad alto livello. “Credo che possa andare avanti altri tre o quattro anni. Ha obiettivi precisi e importanti, il che gli fa sempre mantenere un buono stato fisico e un grado di intensità elevato. Non è normale che un giocatore segni 50 gol quando ha 34 anni. E per questo credo che continuerà ancora a lungo”. Anche perchè, dopo che lo ha lanciato, CR7 a Santos…glielo deve!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy