Il Bayern ha deciso: addio a Kovac anche in caso di vittoria in campionato

Il Bayern ha deciso: addio a Kovac anche in caso di vittoria in campionato

Vincere è l’unica cosa che conta, ma a volte non basta neanche quello. C’è chi lascia dopo aver trionfato in campionato, ma anche chi potrebbe essere esonerato…nonostante il trofeo. Anzi, a Kovac può non bastare il double!

di Redazione Il Posticipo

Vincere è l’unica cosa che conta, ma a volte non basta neanche quello. C’è chi lascia dopo aver trionfato in campionato, ma anche chi potrebbe essere esonerato…nonostante il trofeo. Al Bayern Monaco non basta vincere, perchè da quelle parti è più normale festeggiare qualcosa in stagione piuttosto che non farlo. E dire che sotto la guida di Niko Kovac, la squadra è ancora in corsa per il double domestico. Mancano novanta minuti in campionato e altrettanti in coppa. Contro il Lipsia, in finale secca, si partirà dallo 0-0. Nell’ultima di Bundesliga, con due punti di vantaggio. Con un pareggio, il Bayern sarebbe campione. E il tecnico…forse esonerato.

OK VINCERE MA… – Da quanto riporta Goal, la dirigenza del club bavarese avrebbe comunque deciso che il croato non è la persona giusta per guidare il club. Certo, potrebbe ottenere i risultati richiesti, ma forse la fatica con cui il Bayern ha attraversato questo campionato, con momenti di crisi che hanno fatto temere che il Borussia fosse ormai irraggiungibile. E poi, quando in casa si vince sempre, Allegri insegna comincia a contare di più quello che si combina in Europa. E la squadra di Kovac ha salutato la massima competizione continentale agli ottavi di finale. Vero, il sorteggio ha accostato il Bayern al Liverpool di Klopp, ma comunque il risultato raggiunto è al di sotto degli standard.

E POI? – Dunque, dopo una stagione passata a pensare se esonerare il tecnico, anche Rummenigge, che in società era quello che più ha voluto dare fiducia al tecnico, ha dovuto capitolare. L’altra anima del club, quella guidata dal non così tenero Hoeness, avrebbe cambiato in corsa già a novembre, ma alla fine ci è voluto un pareggio contro il Norimberga retrocesso a convincere tutti che la cosa migliore è salutarsi con Kovac. Magari da vincenti. Al posto dell’ex allenatore dell’Eintracht potrebbe dunque sedersi presto una vecchia conoscenza della Serie A: Mark van Bommel, attualmente alla guida del PSV ma soprattutto che ha passato sette anni a Monaco di Baviera. Un qualcosa che a vedere il croato (due stagioni al Bayern) può significare poco, ma che nelle idee del club non fa mai male.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy