I consigli sessuali della moglie di Rui Patricio: chi fa da sè…

I consigli sessuali della moglie di Rui Patricio: chi fa da sè…

Vera Ribeiro, moglie di Rui Patricio, è psicologa e sessuologa. Ed è stata molto chiara riguardo cosa dovranno i calciatori per quel che riguarda la propria sfera sessuale nel periodo del Mondiale: sì al sesso e, in alternativa, alla masturbazione.

di Redazione Il Posticipo

Suo marito è attualmente senza squadra dopo la rescissione con lo Sporting, ma giocherà comunque i Mondiali tra i pali del Portogallo. E Vera Ribeiro, moglie di Rui Patricio, ha unito…lavoro e vita privata in un libro intitolato “Manuale di seduzione”. La consorte dell’ex estremo difensore dei Leoni è infatti psicologa e sessuologa e, come riporta il quotidiano Record, ha dedicato parte del volume al rapporto tra attività sportiva e rapporti sessuali. E ai microfoni di “Dr. Saúde”, una trasmissione televisiva portoghese, è stata molto chiara riguardo cosa dovranno fare suo marito e compagni per quel che riguarda la propria sfera sessuale nel periodo del Mondiale.

NO ALL’ASTINENZA – Per controllare i livelli di ansia e di stress durante un mese così impegnativo, i calciatori devono avere una vita sessuale attiva. Consiglio accettato, tra le altre squadre, anche dalla Russia, che permetterà ai suoi convocati di avere rapporti con le proprie compagne durante lo svolgimento del torneo. E i calciatori di quelle nazionali che non potranno portare al seguito mogli e fidanzate? Il consiglio di Vera Ribeiro è…quello di sopperire in altra maniera. L’astinenza sessuale non è mai positiva. E per chi non avrà accanto la propria compagna, non resta altro che dedicarsi alla masturbazione.

CHI FA DA SÈ… – “I calciatori non devono astenersi dall’avere rapporti sessuali prima delle partite, anzi. Però è ovvio che in questo caso ci saranno meno possibilità di contatto con le famiglie, dato che i mondiali si terranno in Russia“. E quindi…chi fa da sè fa per tre, dato che anche la masturbazione ha comunque gli stessi effetti benefici del sesso nella produzione di ormoni e nella riduzione dello stress. Ma permette anche di dormire più a lungo e di avere un sogno migliore, favorendo anche gli effetti dei periodi di riposo dopo gli allenamenti. Insomma, basta con i vecchi adagi sull’astinenza, che hanno reso tante spedizioni mondiali dei veri e propri ritiri di clausura per i calciatori. Libero sesso in libero mondiale. Almeno, finchè non si perde. Poi, di certo, la colpa sarà anche delle mogli…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy