Honda, poliglotta ma non troppo: la figuraccia linguistica dell’ex milanista lascia tutti a bocca aperta

Honda, poliglotta ma non troppo: la figuraccia linguistica dell’ex milanista lascia tutti a bocca aperta

Il calcio è certamente un linguaggio universale. Se poi, come nel caso di Keisuke Honda, hai giocato in Giappone, Olanda, Russia, Italia, Messico e Australia, sei anche l’allenatore della Cambogia e possiedi una squadra in Austria, va da sè che forse è meglio conoscere qualche lingua in più. E non sbagliare certe parole…

di Redazione Il Posticipo

Il calcio è certamente un linguaggio universale. Se poi, come nel caso di Keisuke Honda, hai giocato in Giappone, Olanda, Russia, Italia, Messico e Australia, a tempo perso sei anche l’allenatore della Cambogia e possiedi una squadra in Austria, va da sè che forse è meglio conoscere qualche lingua in più. Il giapponese ex Milan ha infatti iniziato una doppia avventura e mentre aiuta la federazione cambogiana a cominciare nel calcio che conta, dà ancora calci al pallone nel Melbourne Victory. Ora è appena rientrato da un infortunio e ha spiegato in conferenza stampa quale fossero i problemi fisici che gli hanno impedito di rientrare in campo.

FACT O FUCKED? – Inglese come sempre ottimo, ma…non troppo. L’obiettivo era quello di spiegare che nonostante abbia solo 32 anni, il corpo chiede al giapponese qualche cura particolare. “Devo prendermi cura del mio corpo. Lo so, è una cosa triste, ma è reale, è un fatto”. Bene, ma…occhio alla pronuncia, soprattutto in Australia. E in effetti il “FACT” del giapponese suona un po’ troppo simile al più classico dei “FUCK”. Anzi, dei “FUCKED”. E quindi la frase, alle orecchie dei giornalisti presenti, è diventata “è reale, ma è una situazione del c***o”. Il che potrà anche essere vero , ma magari non è esattamente quel che avrebbe voluto dire Honda.

FIGURACCIA – La sala stampa è naturalmente esplosa in una fragorosa risata. E a favore del giapponese c’è il fatto di essersi subito accorto della figuraccia e di aver provato subito a rimediare. “FACT, un fatto. Scusate, forse devo migliorare la mia pronuncia”. Honda è stato comunque subito perdonato, ma ci ha tenuto a precisare che farà di tutto per non incappare in problemi simili. Anche perchè la faccia, ripresa dalle telecamere, è davvero quella di chi sa di averla combinata grossa. E anche per questo, su Twitter il giapponese rassicura tutti. “Studierò ancora meglio. Nel frattempo, grazie per avermi dato l’occasione di migliorare il mio inglese”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy