Hoeness svela il trucchetto di Pep per farsi acquistare i calciatori: “Prepara un video e poi…”

Hoeness svela il trucchetto di Pep per farsi acquistare i calciatori: “Prepara un video e poi…”

Come fa Guardiola a convincere il proprietario dei Citizens a spendere centinaia di milioni di euro per un calciatore? Lo spiega Uli Hoeness, presidente del Bayern Monaco.

di Francesco Cavallini

Facile essere Pep Guardiola. Il catalano ha guidato finora il Barcellona, il Bayern Monaco e adesso il Manchester City, non certo squadre in difficoltà economiche. E quindi, spesso e volentieri, quando vuole un giocatore può spendere diverse carte. In primis il suo…fascino calcistico, perchè quasi chiunque vorrebbe giocare con Guardiola. E poi, se ci fosse ancora qualche dubbio, arriva la società che con il potere dei petroldollari aiuta a convincere chi dovesse tentennare. Ma come fa Pep a convincere il proprietario dei Citizens a spendere centinaia di milioni di euro per un calciatore? Lo spiega a MMM Uli Hoeness, presidente del Bayern Monaco.

SCEICCO – Hoeness conosce bene Guardiola, visto che il catalano è stato in Baviera per qualche anno. E ha evidentemente parlato con l’allenatore del City, che gli ha spiegato il suo modus operandi sul mercato. Un…trucchetto che a quanto pare funziona sempre! “Il mio amico Pep mi ha detto cosa succede quando vuole comprare un giocatore che costa 100 milioni di euro. Prepara un video sul suo obiettivo e vola dallo Sceicco”. Lo Sceicco, ovviamente, è Mansur bin Zayd Al Nahyan, il proprietario del club. E via di opera di persuasione…

IL GAS – “Poi c’è questo banchetto ricchissimo, in cui si guardano i video e poi lo Sceicco trasferisce i fondi che servono per completare il trasferimento. Il giorno dopo lo Sceicco alza il prezzo del gas di qualche millesimo di euro ed ecco che ha di nuovo i soldi nelle sue casse”. Un metodo che però sta creando problemi al City, da sempre nel mirino del Financial Fair Play della UEFA. E su questo Hoeness è felice di come invece lavora il Bayern: “Sono fiero del fatto che noi per cose del genere noi non andiamo a fare debiti, ma togliamo i soldi dal conto in banca”. E anche a Monaco di Baviera, senza il gas e senza i video, i calciatori costosi…arrivano lo stesso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy