Higuain a cuore aperto: “Ho paura di uscire per colpa delle critiche. Ti giudicano solo per i gol, ma non vedono che…”

Higuain a cuore aperto: “Ho paura di uscire per colpa delle critiche. Ti giudicano solo per i gol, ma non vedono che…”

In un momento di carriera complicato, Gonzalo Higuain parla a cuore aperto. L’attaccante del Chelsea si racconta in TV e si concentra sul Gonzalo uomo, sulle difficoltà della fama e su come in fondo i calciatori quando vengono attaccati soffrano parecchio.

di Redazione Il Posticipo

In un momento di carriera complicato, Gonzalo Higuain parla a cuore aperto. L’attaccante del Chelsea, che a Londra sta trovando più difficoltà del previsto nell’ambientarsi alla Premier, si racconta al programma di ESPN “Let’s talk about football”. E si concentra sul Gonzalo uomo, sulle difficoltà della fama e su come in fondo i calciatori quando vengono attaccati soffrano parecchio, nonostante facciano una vita che molti sognano.

PAURA – Uno degli esempi più evidenti arriva quando Higuain parla delle tante critiche ricevute in carriera. A cui spesso ha risposto isolandosi, invece di contrattaccare. “Mi pento sempre di chiudermi in me stesso e rimanere a casa, invece di uscire per strada, per la paura di quello che potrebbero dirmi. Ci sono persone che fanno tante cose brutte e che se ne vanno in giro a faccia scoperta senza vergogna. E invece noi, che non abbiamo ammazzato nessuno, che facciamo le cose fatte bene e che in fondo siamo solo degli sportivi non possiamo andarcene in giro sereni?“.

FAMIGLIA – Dunque, non è facile fare il calciatore. Soprattutto lontano dagli affetti più cari. “La gente dice sempre ‘eh, con tutti i soldi che guadagni…’. Ma gli amici non si possono mica comprare. Sono 14 anni che passo il compleanno e il Natale con persone diverse. Se voglio vedere mia madre lei si deve fare 15 ore d’aereo. Certo, posso pagarle il biglietto, ma non è che ce l’ho qui vicino, a 10 minuti. E questo la gente non lo vede. Cosa vede? Se segni oppure no, perchè ci pagano per questo. Ci giudicano solamente sulla base di quello, il che mi sembra un po’ esagerato, ma ormai sono abituato”.

CRESPO – E una frase che è rimasta impressa al Pipita arriva da Valdanito Crespo. Che ha spiegato a Higuain a cosa puntare: “La cosa bella è che posso tornare a qualsiasi squadra sono stato e tutti mi fanno entrare. Ed è molto più bello di qualsiasi trofeo. Se vinci due milioni di trofei ma non ti accolgono bene da nessuna parte c’è qualcosa che non va. Ma è maledettamente difficile trovare nel mondo del calcio qualcuno che ti apprezzi per quello che sei“. Un qualcosa che a Crespo è riuscito. A Higuain forse no. E il Pipita, evidentemente, ne soffre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy