Henry perde con lo Strasburgo e…perde la testa: offese irripetibili a un avversario

Henry perde con lo Strasburgo e…perde la testa: offese irripetibili a un avversario

Che fosse dura lo sapeva, ma probabilmente si aspettava qualche difficoltà in meno. Il suo Monaco in dieci è stato umiliato in casa dallo Strasburgo (5-1) e la salvezza è sempre più lontana. E nemmeno il tecnico oggi ci ha fatto una bella figura…

di Redazione Il Posticipo

Basta chiamarsi Thierry Henry per salvare il Monaco? In fondo il club del Principato non è stato l’unico a puntare su una vecchia leggenda per provare a risollevare la squadra. È sufficiente buttare un occhio a Milano sponda rossonera (Seedorf, Inzaghi e adesso Gattuso) per capire che tutto il mondo… è paese! Gli obiettivi dei francesi però al momento sono ben diversi: la classifica in Ligue 1 piange dopo l’ennessima sconfitta stagionale, che questa volta è stata più dolorosa delle precedenti. Lo Strasburgo ha imposto la sua legge al Louis II di Monaco in scioltezza, la squadra di casa però ci ha messo del suo… e Henry ha perso la pazienza!

LO SFOGO – Sulla carta non era facile, ma in campo sono bastati 7 minuti perché diventasse un’Odissea. Il rosso rifilato al difensore Naldo ha letteralmente tagliato le gambe alla squadra allenata da Thierry Henry: l’uno-due micidiale di Ajorque (12′) e Thomasson (17′) ha portato subito lo Strasburgo avanti di due gol. Il Monaco ha riaperto il discorso con Falcao (22′) poi però… Henry ha sbottato! Come riporta As, al 45′ il francese ha perso la pazienza nei confronti di Kenny Lala, che si è rifiutato di restituire il pallone a un giocatore monegasco durante un’azione di gioco interrotta. Il tecnico infastidito si è alzato dalla panchina per inveire contro l’avversario: “La p*****a di tua nonna!”.

MANITA – Henry avrà contribuito allo sfacelo del secondo tempo col suo gesto? Di sicuro non ha aiutato la sua squadra, che è stata colpita altre tre volte prima del fischio finale (Sissoko al 63′, Ajorque al 68′ e Fofana al 94′). Nemmeno l’espulsione di Mitrovic dello Strasburgo al 69′ ha cambiato le cose. Il Monaco piange e per Henry la situazione è sempre più complicata. Basterà avere un cognome così importante per strappare una salvezza che sembra sempre più complicata?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy