Hazard: “Se il Real mi vuole, sa quello che deve fare”

Hazard: “Se il Real mi vuole, sa quello che deve fare”

In un’intervista rilasciata a L’Equipe, il belga ha confermato che il suo futuro dipenderà dalle scelte del Chelsea, sia riguardo il prossimo allenatore che per la campagna acquisti. Ma apre nettamente la porta alla squadra di Florentino Perez…

di Redazione Il Posticipo

Il futuro è un ipotesi e il presente è il mondiale, che per il Belgio rappresenta il momento in cui fare il tanto auspicato salto di qualità. Ma quando ci si chiama Eden Hazard, ogni momento è buono per ricevere domande sulla prossima stagione. Tutti lo vogliono, molti lo cercano e qualcuno potrebbe portarlo via da Londra. In un’intervista rilasciata a L’Equipe, il belga ha confermato che il suo futuro dipenderà dalle scelte del Chelsea, sia riguardo il prossimo allenatore che per la campagna acquisti. Ma apre nettamente la porta alla squadra che forse è più interessata ad assicurarsi i suoi servigi…

SIRENE MADRILENE – “Se resterò al Chelsea sarà perchè avremo una squadra più forte di quella della scorsa stagione. Non voglio rimanere se staremo peggio dell’anno passato“. E se addio dovesse essere, dove se ne andrà il numero 10 del Belgio? Le sirene madrilene cantano, e da parecchio, nella sua direzione. E Hazard non fa nulla per nasconderlo. “Il Real Madrid può interessarmi, lo sa tutto il mondo. E sanno quello che devono fare se mi vogliono acquistare. Ma andare al Real tanto per andarci non è un’opzione, c’è bisogno di un progetto. Al Chelsea ce l’ho. E se giocherò un buon mondiale, sarà tutto più semplice“. Idee parecchio chiare quelle del belga, che sta mettendo il club londinese sempre più all’angolo.

PROBLEMI PER IL CHELSEA – Senza un allenatore (a meno che la sorpresa della permanenza di Conte non si materializzi) e con voci di grandi giocatori in partenza (Kantè cercato dal PSG è l’esempio migliore), la società di Abramovich deve darsi una mossa o rischia di perdere il suo calciatore di maggior valore. Ma Hazard vuole concedere un’opportunità al Chelsea. “Se sono a questo punto della mia carriera lo devo al Chelsea. Dire ‘me ne vado’ potrebbe essere troppo semplice, per questo voglio prima sapere cosa farà il club per la prossima stagione. Voglio capire se l’allenatore resterà o no“. Ma intanto, il Real sa cosa deve fare se dovesse decidere di acquistarlo. E con un buon mondiale, una scelta del genere dalle parti di Madrid potrebbe essere ancora più possibile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy