Griezmann, il Signore dell’Anello in attesa del Pallone d’Oro

Griezmann, il Signore dell’Anello in attesa del Pallone d’Oro

Il Piccolo Diavolo sogna un anello commemorativo, stile NBA, della vittoria della Francia nella coppa del mondo. Che potrebbe non essere l’unico oggetto prezioso ad entrare in possesso del transalpino in questo 2018…

di Redazione Il Posticipo

Per una grande squadra, ci vuole un grande anello. Uno stile…NBA. Il gioiello che certifica la vittoria del campionato di basket più seguito del mondo potrebbe presto fare la sua comparsa anche nel calcio. Antoine Griezmann ha infatti condiviso in una story sul suo profilo Instagram il design di un anello, creato dalla Jason Beverly Hills, che commemora la vittoria della Coppa del Mondo 2018 da parte della Francia. Ad accompagnare la foto c’è il testo di una canzone di Drake, che recita appunto “visto che ho una squadra davvero grande, ho bisogno di anelli altrettanto grandi”. Il simbolo del…potere calcistico prenderà piede? Chissà.

ACCORDO O SPESA PERSONALE? – Intanto però la gioielleria è la stessa che ha disegnato gli anelli per i Golden State Warriors quando hanno vinto il campionato 2017 e lo stile è molto simile a quelli utilizzati per i vincitori del titolo NBA. A conti fatti potrebbe essere un’ottima idea, sia dal punto di vista…della moda, che da quello commerciale, creando una serie di repliche che molti appassionati potrebbero e vorrebbero acquistare. E secondo RMC Sport, la casa produttrice ha inviato una proposta commerciale alla Federazione francese. Se non dovesse andare in porto, c’è comunque da scommettere che molti calciatori vorranno acquistare l’anello di tasca loro.

PALLONE D’ORO? – E potrebbe non essere l’unico oggetto prezioso ad entrare in possesso di Antoine Griezmann in questo finora splendido 2018. Prima è arrivata l’Europa League con l’Atletico Madrid, poi la Coppa del Mondo con la Francia. E poi? Beh, ci sarebbe il Pallone d’Oro, anche se il concorrente il Piccolo Diavolo ce l’ha in casa. Mbappè potrebbe soffiargli l’ambito riconoscimento, ma dipenderà dai giurati. Se dovesse contare il palmares, l’avversario dovrebbe essere…Varane, che ha vinto anche la Champions. Ma si sa, i difensori non vengono quasi mai considerati. Mbappè ha dalla sua una fama in continua crescita e la freschezza del nuovo che avanza. Basterà al classe 1998 per portarsi a casa il Pallone d’Oro? Oppure, tra anelli e palloni, casa Griezmann diventerà improvvisamente ancor più preziosa?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy