Giroud prega Dio per vincere… e Sarri per giocare: “Sono felice, ma voglio scendere in campo più spesso”

Giroud prega Dio per vincere… e Sarri per giocare: “Sono felice, ma voglio scendere in campo più spesso”

L’attaccante francese a 32 anni ne fa una questione di fede: averne in Dio lo aiuta ad averne anche in campo! Giroud fa bene ad avere fiducia nei confronti di Sarri? Il campo dice che il francese non è stato sempre la prima scelta del manager…

di Redazione Il Posticipo

Avere fede fa la differenza? Olivier Giroud è convinto che credere in qualcosa lo faccia eccome! L’attaccante è particolarmente devoto nei confronti di Dio: è forse questa la sua arma in più per continuare a vincere a 32 anni? Il tempo passa, ma il francese vuole ancora essere un protagonista come è stato allo scorso Mondiale con la sua Francia. Pregare Dio per vincere ha sortito qualche risultato… anche pregare Maurizio Sarri per giocare avrà effetti?

QUESTIONE DI FEDE – In Russia è stato una colonna della Francia che ha vinto il Mondiale: dopo i venti minuti all’esordio contro l’Australia nel girone, l’attaccante si è rivelato indispensabile per il c.t. Didier Deschamps. È stato titolare in tutte le partite fino alla finalissima con la Croazia… e fondamentale anche senza segnare! Un successo ottenuto grazie a Dio? Giroud lo ha spiegato ai microfoni del Daily Mail: “Sono molto religioso, quando ha vinto il Mondiale l’ho subito ringraziato. Gli sono stato molto grato per aver avuto l’opportunità di vivere il mio sogno. Sono cresciuto con mia madre che mi portava ogni domenica in chiesa. Dopo ho continuato e sto vedendo un prete cristiano per studia la Bibbia insieme. Ho voglia di saperne di più sulla vita di Gesù Cristo”. L’attaccante sfrutta anche French Connect, un servizio di messe in francese tenute direttamente nella città di Londra: “Così posso godermele e cantarle nella mia lingua”. A proposito di Londra: anche pregare Sarri servirà a qualcosa?

MESSAGGIO A SARRI – Recentemente l’attaccante forse non si è limitato a pregare per vincere: lo ha fatto anche per giocare? Sarri lo vede poco e lo considera la riserva di Gonzalo Higuain, ma nonostante questo il francese non si abbatte: “Sono contento per quello che ho fatto, ma ho ancora qualche anno davanti e molti obiettivi. Amo la competizione. Ho 32 anni, quasi 33, ma mi sento bene fisicamente. Ho uno dei migliori test fisici. La cosa più importante è avere fame per vincere e per giocare. Voglio giocare di più”. Giroud ha commentato la scelta fatta dalla società di trattenerlo per un altro anno: “Sono davvero felice di restare perché mi piace giocare per il Chelsea. Sto molto bene qui fin dal primo giorno in cui sono arrivato, come se fossi parte della famiglia. Ma avrò bisogno di giocare di più”. Più che una semplice preghiera a Sarri questa sembra una vera esortazione: il manager lo ascolterà?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy