Gimme five! Pogba verrà multato, ma festeggia con i compagni l’addio di Mou

Gimme five! Pogba verrà multato, ma festeggia con i compagni l’addio di Mou

Pronta una mega multa per il francese dopo il post galeotto sui social network. Ma la domanda resta: come ha preso Pogba la notizia dell’esonero di Mourinho? Beh, pare…abbastanza bene.

di Redazione Il Posticipo

Messaggio ben preciso? Casualità? Errore grossolano di una campagna di marketing? In ogni caso, il messaggio di Pogba dopo l’esonero di Mourinho ha fatto decisamente scalpore. E allo United, che in questo momento ha ben altro a cui pensare, interessa poco come si sia arrivati a un caso di dimensioni mondiali. Quindi, come riporta il Sun, sarebbe pronta una mega-multa per il francese. Colpevole (perlomeno) di non aver controllato a dovere la sua attività social, con sospetto di mancanza di rispetto per quello che è ormai il suo ex allenatore. Una punizione esemplare, che dovrebbe (secondo la società) insegnare al francese e al suo team a valutare meglio…cosa postare.

GIMME FIVE – Ma la domanda resta: come ha preso Pogba, al di fuori dei social network, la notizia dell’esonero di Mourinho? Beh, secondo i tabloid…abbastanza bene. Al punto da cominciare a dare il cinque a tutti i compagni di squadra che gli capitavano a tiro. Il Mirror riporta fonti interne al club che descrivono scene…di giubilo alla scoperta che lo Special One non sarebbe più stato il tecnico dello United. “A nessuno fa piacere vedere qualcuno perdere il lavoro, ma c’era un’atmosfera completamente diversa. I giocatori erano di nuovo felici, sorridenti e potevano ricominciare ad allenarsi. È stato un cambiamento improvviso ed evidente, come dal giorno alla notte”.

ALTRI SCREZI – E Pogba non pare essere stato l’unico particolarmente felice dell’allontanamento di Mourinho. Un altro calciatore finito sotto i riflettori (e gli obiettivi delle fotocamere) è Luke Shaw, che si è presentato a Carrington con un sorriso abbastanza evidente. Segno che gli screzi con il tecnico, che nelle due stagioni precedenti aveva spesso relegato il terzino inglese ai margini della rosa, non erano del tutto scomparsi con questo buon inizio di campionato da parte dell’ex Southampton. E quindi, giro di “high-five” collettivo all’interno degli spogliatoi. E chissà se si saranno uniti anche i fedelissimi di Mou: Matic, Fellaini e Lukaku avrebbero difeso il tecnico fino all’ultimo. Ma com’è che si dice…ha vinto la maggioranza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy