Germania, saluto nazista nella foto per lo sponsor: licenziati e denunciati sette calciatori

Germania, saluto nazista nella foto per lo sponsor: licenziati e denunciati sette calciatori

Sette calciatori licenziati e sotto inchiesta per una foto di gruppo finita male. L’SC 1920 Myhl, ha deciso di terminare il contratto dei suoi giocatori che in uno scatto pubblicitario hanno deciso di fare il saluto nazista.

di Redazione Il Posticipo

Sette calciatori licenziati e sotto inchiesta per una foto di gruppo finita male. Accade in Germania, nella città di Wassenberg, Renania Settentrionale. Il Mirror riporta infatti che l’SC 1920 Myhl ha deciso di terminare il contratto dei suoi calciatori che in uno scatto pubblicitario hanno deciso di fare il saluto nazista. Che tra l’altro da quelle parti è espressamente vietato dalla legge. Una scelta scellerata, che coinvolge lo sponsor del club. Engin Arslan, proprietario di un negozio di kebab nella cittadina tedesca, ha fatto posare la squadra per una foto di gruppo, chiedendo ai calciatori di fare qualcosa di divertente. E per sette di loro, è stato…divertente fare il saluto nazista.

FIGURACCIA VIRALE – Arslan ha pubblicato la foto sui social network, ma le prime reazioni gli hanno suggerito di rimuoverla immediatamente. Troppo tardi, perchè ormai l’immagine era già diventata virale e ha raggiunto in poco tempo i vertici societari. Che non hanno potuto fare altro che punire i responsabili. “Quando lo abbiamo scoperto abbiamo subito convocato una riunione e secondo le nostre regole, l’unica conclusione possibile era quella di licenziare i calciatori coinvolti“, spiega il presidente Marc Winkens. Non è andata meglio ad Arslan, che paga anche lui un prezzo: “Non sarebbe molto sensato continuare ad averlo come sponsor”.

LICENZIAMENTO CONFERMATO – Nel frattempo i calciatori si sono scusati, con tanto di foto assieme a uno striscione in cui chiedono perdono per il proprio gesto. “Buon per loro“, chiosa il presidente, “ma il licenziamento resta“. Anche perchè ora, dopo la decisione della società, ai sette toccherà anche l’indagine della giustizia ordinaria. Il reato che potrebbe essere loro contestato è quello di aver utilizzato simboli di organizzazioni anti-costituzionali, dato che il saluto a braccio teso faceva parte della simbologia nazista. Un qualcosa che in Germania prendono molto seriamente, come già avvenuto nel caso della Lok Lipsia qualche mese fa. In quell’occasione, per una foto di gruppo con…saluto da parte della squadra giovanile, sono stati sospesi tutti i calciatori ed esonerati due allenatori, uno dei quali, denunciato alle forze dell’ordine, non potrà mai più mettere piede nel centro sportivo del club.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy