Germania, con l’Hannover 96…torna in campo Beckenbauer! Esordio in vista per Luca, il nipote del Kaiser

Germania, con l’Hannover 96…torna in campo Beckenbauer! Esordio in vista per Luca, il nipote del Kaiser

Dopo trentasei anni dal ritiro dal calcio giocato Beckenbauer torna in campo? Beh, stesso nome, stesso ruolo, stesso sangue: si tratta del nipote diciottenne che potrebbe esordire con l’Hannover 96.

di Redazione Il Posticipo

In Germania di bravi giocatori ne sono passati tanti, ma è difficile immaginare che la maggior parte della popolazione non sostenga che il migliore in assoluto della storia sia stato Franz “Der Kaiser” Beckenbauer. Si parla di un nome che continua a rimanere vivido nella memoria degli appassionati di calcio, anche dei più giovani, nonostante abbia abbandonato il calcio giocato da ormai trentasei anni. Chiunque vorrebbe rivederlo in campo, non solo i tedeschi: tutti gli appassionati di calcio darebbero qualsiasi cosa per riportare in campo un Beckenbauer con qualche anno di meno. E come per magia, questo sta per avvenire… nell’Hannover 96.

LUCA – Già perché come riporta il Sun, dopo aver militato nelle giovanili di Bayern Monaco e Schalke 04, nella scorsa estate Luca Beckenbauer è stato ingaggiato dall’Hannover 96. Non si tratta di un semplice caso di omonimia: Luca è il nipote di Franz Beckenbauer e compirà 19 anni ad agosto. Sarà bello rivivere l’emozione di sentir nominare “Beckenbauer” durante una telecronaca e il bello è che il ragazzo gioca anche, più o meno, nello stesso ruolo di Franz. Per non parlare della somiglianza di lineamenti. Certo, non sarà il nonno, ma ha già segnato tre reti nel campionato under 19 e la soddisfazione più importante è arrivata con l’approdo in prima squadra.

NONNO – È il tempo dell’esordio in Bundesliga? Chissà. L’Hannover è già retrocesso e Luca si è allenato spesso con i grandi in questo periodo, quindi non è da escludere una mini comparsata nell’ultima di campionato. E finalmente, ora che è uscito allo scoperto, potrà anche mostrare il cognome con tranquillità sulla maglia. Cosa che, come sostiene il tabloid, quando giocava nelle giovanili del Bayern spesso non faceva, al punto che nelle distinte gli venivano…cambiati i dati anagrafici, per non dargli ulteriori pressioni. Il che, comunque, non ha impedito a più di qualche compagno di chiamarlo, guarda un po, “Der Kaiser”. E il nonno che ne pensa? “Parliamo spesso, ma non solo di calcio”, spiega Luca alla Bild. “Mi ha solo detto che devo fare quello che mi fa felice”. Il che, a casa Beckenbauer, significa giocare a pallone!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy