Germania in ansia per Neuer: “Se non gioca con l’Austria, niente Mondiale”

Germania in ansia per Neuer: “Se non gioca con l’Austria, niente Mondiale”

Per il preparatore dei portieri Köpke, l’amichevole di sabato con i vicini di casa è l’ultima occasione per Neuer di riprendersi i pali della Mannschaft. Altrimenti anche lui, quattro anni dopo la Coppa, il Mondiale lo vedrà dal divano di casa.

di Redazione Il Posticipo

Come si lascia a casa un portiere come Manuel Neuer? Esattamente come si farebbe con qualsiasi altro calciatore. In Germania non guardano in faccia nessuno, neanche chi è stato uno dei protagonisti della Coppa del Mondo vinta nel 2014 (basterebbe chiedere a Götze) e del ciclo del Bayern Monaco. Andy Köpke, allenatore dei portieri della Mannschaft, è stato parecchio chiaro riguardo la situazione del portiere tedesco, al rientro dopo un infortunio che gli è praticamente costato la stagione. Alla Süddeutsche Zeitung, l’ex estremo difensore della nazionale ha detto chiaro e tondo che “se Neuer non gioca contro l’Austria, non possiamo certo parlare di Mondiale”.

GARANZIE – L’amichevole con i vicini di casa è prevista per sabato e rappresenterà la cartina di tornasole delle speranze di Neuer di presentarsi in Russia. Un vero e proprio aut aut, perchè la situazione, parola di Köpke, va risolta. Va detto però che il preparatore è abbastanza ottimista riguardo il recupero del trentaduenne, che secondo i piani dovrebbe essere in piena forma per la prima partita della Germania al Mondiale, quella contro il Messico del 17 giugno. “Credo che si possa dire che Neuer con l’Austria giocherà”. Una scelta comunque quasi obbligata, dato che se l’estremo difensore dovesse tirarsi fuori non ci sarebbero garanzie sufficienti per portarlo al Mondiale.

SECONDO PORTIERE? NO, GRAZIE – Anche perchè di fare il secondo non se ne parla. L’idea deve aver certamente sfiorato Löw e il suo staff, ma è stata subito scartata. O Neuer va in Russia a fare il titolare, o resta a casa. Troppo ingombrante come presenza? Possibile. La porta della Mannschaft sembra in buone mani con Ter Stegen, ma cosa potrebbe accadere alla prima incertezza del portiere del Barcellona? Facile immaginare una richiesta popolare di far giocare l’eroe del 2014, anche con un…piede in meno. Non certo una soluzione allettante per il Commissario Tecnico, che ha dato fiducia al suo calciatore, ma ha posto una condizione ben precisa. Il portiere del Bayern deve essere in grado di giocare. Altrimenti, per lui sarà divano. Anche se si chiama Manuel Neuer. E quindi, l’ultima parola…spetta all’Austria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy